Tesla Model 3, con il range extender 1.000 km di autonomia. Sacrilegio?

La proposta bizzarra dell'impresa austriaca Obrist Powertrain. L'aiuto da un due cilindri a benzina da 54 CV con funzione di generatore


Nell’universo delle auto alternative troviamo sul mercato diverse opzioni diverse tra loro. Tra queste ci sono le elettriche ad autonomia estesa, il cui motore a zero emissioni riceve energia sia dalle batterie, sia da un propulsore termico che funge da generatore.

Per chi non possiede un garage o non ha accesso a un'infrastruttura


In questa versione mutante si è trasformata la Tesla Model 3, la berlina elettrica più venduta al mondo, grazie alla mano di Obrist Powertrain che ne ha aumentato l’autonomia fino a 1.000 km. L’obiettivo di questo powertrain ibrido patentato dall’impresa austriaca è offrire un’alternativa ai clienti che non posseggono un garage per la ricarica o a quelli residenti nei paesi in cui l’infrastruttura per il rifornimento delle auto a zero emissioni è ancora scarsa o assente. Ad esempio in Austria, secondo Elecgtromaps, i punti di ricarica superano di poco le 2mila unità. E così nasce la Tesla Model 3 HyperHybrid, ancora prototipo e in via di omologazione che dovrebbe essere ottenuta, si spera, all’inizio del 2023.



1.000 km di autonomia con l'aiuto di un 2 cilindri a benzina


Tecnicamente Obrist Powertrain ha incorporato nella Tesla Model 3 un piccolo motore a benzina da due cilindri e 1.0L di cilindrata, con 54 CV di potenza e denominato Zero Vibration Engine. Questa unità termica è posizionata nel piccolo bagagliaio frontale della berlina californiana e fornisce energia al motore elettrico. Inoltre il preparatore austriaco ha sostituito la batteria originale della Model 3 da 50 kWh con un più piccolo modulo da 17,3 kWh che pesa appena 98 kg, a fronte dei 478 Kg della batteria della versione di serie. In questo modo la curiosa Tesla Model 3 di Obrist Powertrain  percorre fino a 1.000 km con la batteria carica al 100% e il deposito della benzina pieno, a fronte dei 395 km dichiarati dalla Model 3 originale. I consumi dichiarati, infine, secondo il vecchio ciclo NEDC sarebbero di 1,42l/100 km (33g/km di CO2).

  • shares
  • Mail