WRC 2021: il Monte-Carlo è pronto al via

L’edizione numero 89 del Rallye di Montecarlo è pronta al via con uno dei percorsi più brevi della sua storia. Non mancherà lo spettacolo ma il pubblico

L’appuntamento più atteso da tutti gli appassionati di WRC, il prologo del mondiale e un classico che arriva alla sua personalissima 89esima edizione. Stiamo naturalmente parlando del Rallye di Monte-Carlo, che nella versione 2021 sarà il più corto di sempre con “solamente” 257,64 km cronometrati, suddivisi in 14 prove speciali. Ai nastri di partenza ci saranno ben 10 Wrc Plus, 8 le WRC 2 in gara e 11 le WRC 3, con 7 vetture di classe GT. In poche parole, non mancherà di certo lo spettacolo, anche se il pubblico – una componente vitale – sarà assente per via dell’emergenza sanitaria che tristemente sta affliggendo il Vecchio Continente, Principato di Monaco compreso.

Il percorso e le restrizioni

Per fronteggiare al meglio questa nuova ondata di Covid-19, l’Automobil Club Monaco ha deciso di far disputare la gara a porte chiuse con un percorso più corto, dopo aver adeguato gli  orari delle prove speciali al coprifuoco, in vigore in Francia a partire dalle ore 18. Annullato per evitare il pericolo di incappare in assembramenti lo shakedown di Gap del 20 gennaio, mentre da giovedì si aprono le danze con la prima tappa Gap-Gap di 41,36 km cronometrati composta da due inedite speciali disputate in diurna, quelle di Saint Disdier-Corps (km 20,58) e di Saint Maurice-Saint Bonnet (km 20,78).

Venerdì ci sarà la seconda tappa Gap-Gap, che prevede 104,52 chilometri cronometrati per un totale di 5 prove speciali, di cui ne fanno parte: i crono di Aspremont-La Batie des Fonts (km 19,61) e Chalancon-Gumiane (km 21,62) ripetuti due volte e quello di Montauban sur l’Ouvéze-Villebois les Pins (km 22,24) ma una sola volta. Sabato la terza tappa Gap-Monaco è composta 57,10 chilometri cronometrati divisi in 3 speciali, quella di La Breole-Selonnet (18,31 km) da fare due volte e poi quella di Saint Clément-Freissinières (km. 20,48) una sola volta. Dispiacerà ai grandi appassionati del Monte-Carlo la mancanza della celebre speciale di Sisteron, infatti dopo il crono di La Breole i piloti si trasferiranno direttamente da Gap al porto del Principato di Monaco dove l’arrivo è previsto alle 16.08.

Finale differente

Il giorno di domenica si disputerà quella che è la tappa finale Monaco-Monaco con 54,48 chilometri cronometrati con 4 prove speciali in da affrontare: due passaggi sui crono di Puget Théniers-La Penne (km 12,93) e di Briançonnet-Entrevaux (km 14,31) che nel secondo passaggio alle 12.18 ospiterà la power stage conclusiva. Per quest’anno non ci sarà il Col de Turini, con grande rammarico, ma ci sarà un arrivo finale all’ora di pranzo alla Rascasse, con seguente celebrazione sul porto di Montecarlo e non nella Place du Palais, dove sono in corso dei lavori di ristrutturazione per l’area pedonale.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →