Sony Vision-S: al via i test su strada

Prosegue lo sviluppo di uno dei progetti di auto a guida autonoma più tecnologici e avanzati

Un anno fa Sony sorprendeva il pubblico del Consumer Electronic Show (CES) 2020 con un’auto elettrica, la Vision-S. Nessuno si aspettava un prototipo così tecnologico, dotato di uno schermo gigante che occupava tutta la plancia, di praticamente tutti i tipi di sensori per la guida autonoma e un design da berlina di dimensioni generose: 4,89 m di lunghezza per 1,90 m di larghezza e 1,45 m di altezza. Le stesse dimensioni, in pratica, di una Mercedes-Benz Classe S.

Ma questo progetto non sarebbe rimasto un semplice prototipo. La Sony Vision-S ha infatti annunciato di aver iniziato i suoi test su strada lo scorso dicembre. In un video pubblicato dall’azienda, si vede per la prima volta l’auto elettrica di Sony sulle strade d’Europa.

I primi test sono stati effettuati in Austria, dove Magna, che possiede una fabbrica a Graz da cui provengono la Mercedes Classe G e l’elettrica Jaguar i-Pace, tra le altre, ha prodotto anche la Vision-S per Sony.

Il video non rivela molto, tuttavia è chiaro che l’auto presenta una serie di caratteristiche molto attuali, come i sensori visibili sui paraurti anteriore e posteriore e le telecamere posteriori al posto degli specchietti laterali, nello stile della Honda-e.

1

Fino a 40 sensori

Nel 2020, Sony aveva spiegato che la Vision-S avrebbe avuto 33 sensori in totale. Tutti funzionerebbero insieme per supportare una serie di sistemi di assistenza alla guida di livello 2. Quel numero ora sarebbe salito a 40, ma non è chiaro per cosa verranno utilizzati quei sensori aggiuntivi o perché sono stati aggiunti.

Pertanto, la Vision-S ha attualmente 40 sensori, inclusi 4 LIDAR, 18 telecamere ToF e 18 radar. A livello “meccanico”, Sony parla di due motori, con una potenza totale di 560 CV che le consentirebbero uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Iper-tecnologica

La caratteristica più sorprendente della concept Vision-S visto a suo tempo era l’ampio display widescreen che copriva l’intero cruscotto e Sony sembra attenersi ad esso mentre continua a sviluppare l’auto. Ad un certo punto del video si può anche vedere un controller PlayStation collegato allo schermo, con il “Little Big Planet”, un gioco PlayStation, proiettato sullo schermo.

Al momento Sony non ha fornito dettagli sulla batteria, né sulla sua capacità né sul suo consumo. Ne si sa se si baserà su un sistema prodotto da qualche fornitore, tipo Bosch, o se sarà tutto prodotto in casa.