La Porsche Panamera fa meglio della Taycan a Road Atlanta [Video]

Nuovo primato fra le berline per la Porsche Panamera Turbo S sulla pista di Road Atlanta, dove la coupé a benzina fa meglio della sorella Taycan elettrica.

Un esemplare della Porsche Panamera Turbo S my 2021 fissa il nuovo record sul giro, fra le berline di produzione, al Michelin Raceway Road Atlanta, dove la grossa coupé tedesca ha coperto i quattro chilometri di tracciato in 1’31″51, condotta dal pilota professionista Leh Keen. Il risultato priva la sorella elettrica Taycan Turbo S da 761 cavalli del tempo di riferimento (1’33″88) ottenuto lo scorso anno sulla stessa pista, gestita dal medesimo driver. Lo scarto a favore della Porsche Panamera Turbo S con motore a combustione interna è di oltre due secondi, a riprova che la tecnologia “vecchia scuola” ha ancora molto da dire anche sul piano prestazionale.

Queste le parole di Keen riferite all’impresa con la nuova detentrice del record di Road Atlanta: “Gli ingegneri hanno trovato un equilibrio perfetto, facendo sembrare l’auto piccola e sportiva. La stabilità mi ha dato molta fiducia nell’usare ogni pezzo di asfalto e dei cordoli. Il carattere diventa completamente diverso, più raffinato e rilassato in autostrada: una combinazione straordinaria“.

La Porsche Panamera Turbo S del 2021, che dovrebbe arrivare nelle concessionarie statunitensi questa primavera, include un ampio elenco di dotazioni standard orientate alle prestazioni che aiutano in scenari di guida altamente dinamici e impegnativi: Porsche Ceramic Composite Brakes (PCCB), Porsche Torque Vectoring Plus (PTV +), ruote posteriori sterzanti e sistema di stabilizzazione Porsche Dynamic Chassis Control Sport (PDCC Sport).

Per migliorare ulteriormente le prestazioni in pista, nel test caccia-record sono state usate le gomme opzionali ad altissime prestazioni Michelin Pilot Sport Cup 2 ND0 di nuova concezione, omologate per la strada. Con 630 cavalli e una velocità di punta di 315 km/h la nuova Porsche Panamera Turbo S segna nuovi valori di riferimento nel segmento di mercato dove va a inserirsi. Da evidenziare l’accelerazione da 0 a 100 km/h, coperta in appena 3″1: un dato davvero notevole per una vettura di questa stazza che, sullo scatto breve, può competere con supercar di natura più prestazionale. Il tutto in una tela di comfort degna di un’ammiraglia, grazie agli allestimenti interni particolarmente ricchi e pregiati.

1

 

Foto | Porsche