Porsche Italia: un piano per far decollare la Taycan nel 2021

Nella conferenza stampa annuale di Porsche Italia l’elettrico è stato al centro della scena, insieme alla digitalizzazione, ed al Porsche Experience Center Franciacorta che aprirà in primavera

La pandemia non fa sconti neanche alla Porsche, che nel 2020 ha avuto una flessione globale delle vendite del 3% rispetto al 2019. Con 272.162 vetture immatricolate però, il colosso teutonico è riuscito a contenere le perdite in maniera importante. Meno rosea la situazione in Italia, dove il calo delle immatricolazioni è stato del 13%, e le consegne hanno riguardato 5.815 vetture. Comunque, bisogna considerare una flessione del 28% del mercato italiano, e in questo contesto non è semplice per nessuno.

Al di là dello sforzo sul piano commerciale, Porsche Italia si è distinta anche in materia di solidarietà: nel primo periodo della pandemia ha contribuito a sostenere la Protezione Civile con aiuti per 155.000 euro; mentre attraverso l’iniziativa “Uniti per Ripartire”, in cooperazione con la Caritas, ha supportato le categorie più colpite dalla crisi economica derivante dal Covid-19. Infatti, per ogni vettura consegnata dall’1 giugno al 10 agosto al cliente finale, tutti i 30 Centri Porsche d’Italia hanno devoluto alla Caritas di competenza della propria zona una somma che, a scelta del cliente, è stata destinata a combattere la povertà alimentare o la povertà educativa. L’importo, raddoppiato dall’intervento di Porsche Italia, ha permesso di raccogliere 1.3 milioni di euro che sono stati impiegati per fornire aiuti concreti a 5.140 giovani in età scolare e a 31.500 famiglie bisognose.

Taycan paga lo scotto della pandemia ed estende la gamma verso il basso

Volendo tirare le somme, stridono le 372 Taycan vendute, che collocano il modello elettrico della Porsche solamente al quarto posto tra quelli più richiesti nel nostro paese, dietro persino alle sportive della gamma 718, seppur di una sola auto. Ma nel 2021 la situazione dovrebbe migliorare, visto che la prospettiva è quella di raddoppiarne le vendite in Italia, dove andrebbe a rappresentare il 10% delle Porsche immatricolate.

A dar man forte alla Taycan ci sarà il modello d’ingresso alla gamma meno impegnativo a livello di prezzo, visto che partirà da 86.471 euro, e che potrebbe avere una rata di leasing, stimata, di 826 euro al mese. Si tratta di una variante con la sola trazione posteriore, con potenze, rispettivamente di 326 CV (408 CV in modalità overboost) e 380 CV (476 CV in modalità overboost), a seconda che si propenda per la Performance Battery, o per la Performance Battery Plus, che promette un’autonomia di 484 km.

Infrastrutture per diffondere l’elettrico e la formula Flex Leasing

Nonostante le prestazioni entusiasmanti ed una guidabilità ritenuta di altissimo livello, che attendiamo con ansia di scoprire, la Taycan, forse più di altri modelli elettrici, considerando il suo blasone e l’impegno economico che rappresenta, si scontra con uno scetticismo verso questa tecnologia, soprattutto a fronte di una rete di ricarica fino ad oggi non ritenuta soddisfacente dall’utenza di questa tipologia di veicoli. L’impegno di Porsche in tal senso nel nostro paese è noto, considerando che nel 2019 ha dato vita al processo di elettrificazione dei Centri Porsche, i quali entro giugno 2021 potranno contare di stazioni di ricarica ultra rapida fino a 350 kW, come ha spiegato Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia, nel corso della conferenza stampa annuale della filiale italiana.

Lo stesso ha poi posto in evidenza l’operazione “Porsche Destination Charging”, che ha visto l’installazione di oltre 280 punti di ricarica presso destinazioni prestigiose frequentate dai clienti Porsche, fonti di approvvigionamento di energia che diventeranno oltre 350 a fine 2021, ed ha annunciato un accordo con Q8, che prevede la realizzazione di stazioni di ricarica ultrafast in 20 aree di sevizio Q8 di tutta Italia entro la fine del 2021. In questo modo i clienti di Porsche potranno ricaricare la propria Taycan all’80% in soli 22,5 minuti utilizzando la tecnologia High Power Charging (HPC) da 300 kW, ed avranno sia il connettore di ricarica che il relativo parcheggio riservati.

Inoltre, in collaborazione con Alpiq, ogni cliente potrà avere un wallbox casalingo per ricaricare ad una potenza di 11 Kw senza limiti attraverso un canone di 100 euro. Per i più refrattari all’alimentazione elettrica c’è comunque la formula del Flex Leasing, che consente di dare il via al finanziamento della vettura, e, volendo, dopo sei mesi, di restituirla, maturando anche il rimborso dell’anticipo dei mesi di leasing non goduti.

Digitalizzazione e il centro di Franciacorta per crescere ancora

La digitalizzazione sarà importante anche per il prossimo anno quando la pandemia si farà sentire ancora a livello commerciale, e allora il concept store “Porsche@CityLife” sarà fondamentale per aprire le porte del mondo Porsche, visto che nel 2020 ha avuto ben 18.000 visitatori nonostante la situazione dovuta al covid-19. Ma a dar man forte alla rete di vendita contribuirà anche l’Online Car Sales, da cui provengono il 4% delle immatricolazioni ed una percentuale interessante, ben il 45%, di clienti di conquista, quelli che non gravitavano già nella galassia della Casa tedesca, tanto per intenderci.

A primavera poi, dovrebbe aprire il Porsche Experience Center di Franciacorta, il più grande degli otto esistenti al mondo. In questo modo i clienti potranno provare le auto nella maniera migliore possibile, le aziende potranno organizzare eventi motivazionali, e ci saranno un ristorante e dei simulatori, per accontentare anche famiglie e ragazzi. Inoltre, non mancherà la parte adrenalinica, ha spiegato Innocenti, con il circuito vero e proprio. Gli acquirenti di un nuovo modello avranno la possibilità di testare la propria vettura e di provarne un’altra della gamma, ma potranno anche effettuare dei giri veloci a fianco di piloti professionisti. Questa struttura consentirà ai clienti anche di confrontare modelli dalle caratteristiche diverse: un modo interessante per capire tra i cordoli le differenze tecniche descritte sulla carta.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Porsche

Porsche viene fondata nel 1931 ed è la principale realtà tedesca specializzata nella produzione di automobili sportive. Inizia la propria attività con l’obiettivo di vendere su piccola [...]

Tutto su Porsche →