Porsche: allo studio la quotazione in Borsa?

Secondo alcune indiscrezioni, il Gruppo Volkswagen starebbe valutando la possibilità di scorporare, oppure di quotare, il marchio di Zuffenhausen.

Certo, certissimo. Anzi, probabile. I riflettori del mondo finanziario potrebbero presto essere puntati sul debutto di Porsche fra i listini di Borsa. Non c’è nulla di concreto, e questo va detto subito; tuttavia, la notizia – ripresa da vari media – può essere tenuta in considerazione e, dunque, riportata. Anche perché, come riferisce a questo proposito Automotive News Europe, si tratta di una “voce di corridoio” che proviene da fonti vicine al Gruppo Volkswagen. Nello specifico, la “big news” si riferisce ad una eventuale valutazione del marchio di Zuffenhausen; oppure in uno scorporo di Porsche dal Gruppo VAG. Un po’, per intenderci, quanto intrapreso sotto la guida di Sergio Marchionne da Fca con Ferrari.

Tutto da decidere

Tempi e modalità sono, dunque, tutti da stabilire: ed è chiaro che, se il debutto di Porsche in Borsa avverrà, ciò non sarà prima del 2022. Analogamente, non c’è alcuna decisione definitiva: il “faldone” relativo, in buona sostanza, non sarebbe ancora in mano ai “board” cui spetta la gestione dei principali percorsi strategici dell’azienda.

I “rumors” indicano, peraltro, che il top management del Costruttore tedesco avrebbe avviato un colloquio con un team di consulenti, appunto per valutare l’eventualità di avanzare una offerta pubblica preliminare, da concludere con l’ingresso di Porsche in Borsa. Sussiste altresì l’ipotesi che Volkswagen mantenga la propria maggioranza nelle quote capitale di Porsche. In poche parole: il “come” e il “quando” restano da definire in via ufficiale; e anche il “se” (ovvero il risultato delle valutazioni) è da stabilire.

VW avrebbe più capitali per sviluppare le proprie strategie

È del resto chiaro che l’eventuale scorporo di Porsche, e/o la sua quotazione, darebbe agio al Gruppo Volkswagen di proseguire, con la raccolta di notevoli capitali freschi (da alcune fonti di stampa è stato evidenziato che la quotazione del 25% del capitale Porsche consentirebbe a VW di raggranellare una somma complessiva nell’ordine di 20-25 miliardi di euro), il proprio percorso evolutivo in chiave di elettrificazione, digitalizzazione e sviluppo hi-tech ed eco friendly.

Staremo a vedere

Allo stesso modo, è da rilevare come già in passato siano emerse notizie in merito ad un eventuale scorporo di Porsche, sebbene da Wolfsburg non si sia ritenuto di concretizzare alcuna delle ipotesi. Allo stesso modo, è recentissimo il “rumor” sulla possibilità che Ducati e Lamborghini passassero sotto il controllo di Porsche da Audi, ed in parallelo l’indiscrezione sull’acquisto di Bentley da parte di Ingolstadt. O, ancora, la vendita o lo scorporo della stessa Lamborghini, così come l’eventualità di un accordo tra Volkswagen e la croata Rimac per la cessione di Bugatti. Non c’è tuttavia stato alcuno sviluppo.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Volkswagen

La Volkswagen è una casa automobilistica tedesca, nata nel 1937. Il nome significa 'vettura del popolo', perché si voleva realizzare una vettura tedesca alla portata dei meno abbienti. L'anno successivo fu po [...]

Tutto su Volkswagen →