Opel Astra: la nuova generazione potrebbe arrivare a 300 CV

Possibile l’opzione plug-in a trazione integrale che potrebbe riportare in scena la sportiva OPC

Per la nuova Opel Astra non è stata ancora ufficializzata una data di presentazione o di arrivo sul mercato, anche se è possibile che la nuova hatchback d Rüsselsheim  vedrà la luce quest’anno. La sesta generazione della Opel Astra sostituirà di fatto il modello presentato a settembre 2015 e rappresenterà un nuovo aggiornamento della compatta che debuttò originariamente nel 1991.

Costruita sulla piattaforma EMP2

Sebbene i dettagli sulla nuova segmento C del brand tedesco, ora parte del Gruppo PSA, siano ancora limitati, è certo che si baserà sulla piattaforma EMP2, la stessa utilizzata da modelli come la Peugeot 308 – prossima all’aggiornamento -, la Citroën C5 Aircross o la Opel Grandland X.

Le prime fotografie che hanno spiato le unità di prova hanno anticipato un design che seguirà le linee guida introdotte dalla nuova Opel Mokka, adottando così il concetto “Opel Vizor” per la griglia centrale.

Ibrida plug-in con trazione anteriore o integrale

Si prevede inoltre che l’Astra 2021 sarà proposta con un’ampia offerta meccanica, tra cui spiccano due ibride plug-in. Una sarà a trazione anteriore, ma la versione top di gamma avrà un sistema di trazione integrale e potrebbe arrivare ad offrire una potenza di 300 cavalli.

Un altro dettaglio interessante che possiamo già confermare sulla nuova generazione della Opel Astra è che sarà prodotta nella città tedesca di Russelsheim, dove nasce anche l’attuale Opel Insignia.

Infatti, Michael Lohscheller, CEO di Opel aveva dichiarato nel 2019 che “questo è un importante passo in avanti per questo stabilimento. È un investimento che verrà fatto proprio per iniziare a produrre la nuova Astra e che ci permetterà di lavorare in due direzioni.”

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →