Nissan Qashqai 2021: debutta la terza generazione

Il nuovo crossover nipponico sfoggia un design accattivante e finiture premium che fanno da contorno ad una meccanica che sposa l’elettrificazione.

Nissan rinnova la Qashqai, modello di maggior successo del costruttore nipponico e capostipite dei crossover di dimensioni compatte, segmento inaugurato proprio da questa poliedrica e originale vettura nell’ormai lontano 2007. Giunta alla terza generazione, con le prime due rispettivamente aggiornate da un restyling di metà carriera, la Qashqai è riuscita a risollevare in passato – praticamente da sola – le cattive sorti di Nissan, grazie ad un risultato commerciale a dir poco sbalorditivo: cinque milioni di unità distribuite nel globo, di cui ben tre solo in Europa.

Un po’ di storia

Ovviamente la Qashqai vanta una genesi che risale a molto prima dell’anno del suo debutto: nel 2002 il team Nissan aveva iniziato a pesare ad una erede della Almera, media di segmento C di ottima qualità, ma decisamente poco originale e accattivante. Dopo anni di studi, i progettisti si ispirarono alla lussuosa e piuttosto imponente Murano, sviluppando una vettura dalle forme moderne, dalle dimensioni compatte e soprattutto dal baricentro alto. Grazie a queste intuizioni, nacque nel 2004 il primo concept di crossover di segmento C, molto più pratico di tante berline della stessa categoria. I suoi assi nella manica erano la guida rialzata che facilitava le manovre nel traffico, lo spazio le modularità da station wagon e il baricentro alto e la trazione integrale per i percorsi off-road leggeri.

Nel 2014 debuttò la seconda generazione, decisamente più matura, ma probabilmente leggermente provata dellospirito originale della vettura. La nuova Qashqai risultava più lunga di 5 cm – a tutto vantaggio dell’abitabilità – ma anche più bassa. Gli interni erano molto più curati, mentre a proposito di tecnologie debuttano i nuovi ADAS in grado di aumentare in maniera esponenziale la sicurezza degli occupanti.

Design

Basata sulla nuova piattaforma modulare Cmf-C dedicata ai modelli dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, la nuova Qashqai misura 4,4 metri di lunghezza, 1,8 di larghezza, 1,6 di altezza e 2,6 di passo, mantenendo così dimensioni agili e compatte. Dal punto di vista estetico si nota l’ultimo linguaggio stilistico di Nissan, molto apprezzato anche sulla più piccola Juke. Tra le novità stilistiche di maggior rilievo segnaliamo la nuova griglia cromata V-Motion, i gruppi ottici a LED a forma di boomerang e il tetto che sembra “sospeso”.

Più lussuosa e confortevole

Grazie all’uso del nuovo pianale che permette di ospitare gli ammortizzatori posteriori in posizione verticale, lo spazio dei passeggeri posteriore risulta più ampio e la capacità del vano bagagli è aumentata fino a quota 504 litri. Le finiture della nuova Qashqai possono hanno raggiunto un livello premium: tra le varie opzione è anche possibile scegliere i rivestimenti dei sedili in pelle nappa, una finitura molto pregiata che viene realizzata da operai specializzati in ben 25 giorni.

Come da tradizione per i modelli Nissan, la Qashqai porta in dote numerose soluzioni hi-tech, tra cui spicca il nuovo infotainment abbinato ad un display da 9 pollici posizionato all’estremità superiore della console centrale. Quest’ultimo permette di gestire numerose funzioni, tra cui la connettività per smartphone compatibile con Android Auto ed Apple Car Play. Dietro il nuovo volante con comandi multimediali troviamola strumentazione 100% digitale da 12,3 pollici che può essere settata a seconda dei gusti e delle esigenze di guida. Degno di nota l’head up display opzionale da 10,8 pollici, il più grande di questo tipo e disponibile in opzione.

Sposa l’ibrido

La novità meccanica di maggiore rilievo è il debutto di nuove motorizzazioni esclusivamente elettrificate. L’offerta inb Italia prevede il lancio dell’unità a benzina mild hybrid a 12 Volt 1.3 litri DiG-T, declinata negli step di potenza da 140 e 158 CV, con quest’ultima disponibile anche in versione integrale e abbinata al cambio automatico. Il prossimo anno la gamma del crossover giapponese si allargherà con l’introduzione di una versione full hybrid con tecnologia Nissan e-Power.

Guida semi-autonoma con il ProPilot

Il know-how tecnologico relativo ai sistemi di assistenza alla guida targato Nissan prende il nome di ProPilot. Stiamo parlando di un pacchetto di sistemi di guida semi autonoma che sulla nuova Qashqai raggiunge la sua ultima evoluzione. Questi dispositivi possono contare sulla navigazione predittiva, capace di regolare i livelli di accelerazione e frenata in base alla strada che si sta percorrendo, così il sistema può gestire autonomamente la marcia in autostrada o nel traffico urbano.

 

Ultime notizie su Nissan

Nissan viene fondata nel 1935 da Masujiro Hashimoto, ingegnere nato nel 1875 ed il cui principale desiderio consisteva nel realizzare le prime automobili mai prodotte in Gia [...]

Tutto su Nissan →