Mini Electric Pacesetter: la nuova Safety Car della Formula E

La safety car elettrica per la Formula E basata sulla Mini Cooper SE

Non era un segreto che Mini stesse testando un propulsore elettrico su una delle sue John Cooper Works, ma non sapevamo che questi test avrebbero portato a una delle versioni più estreme che avessimo mai visto, anche se sì, riservata alla pista. Quello immortalato nell’immagine rilasciata dalla Casa inglese è un prototipo che nasce dall’unione tra Mini Design, BMW Motorsport e FIA, con l’obiettivo di garantire la sicurezza in Formula E.

Sensazioni di kart

Ispirata alla JCW, la Mini Electric Pacesetter è la nuova Safety Car del Campionato delle monoposto a zero emissioni e come tale presenta una serie di caratteristiche uniche, oltre ad aver subito una rigorosa dieta dimagrante. Il suo debutto avverrà a Roma il 10 aprile 2021 nel secondo appuntamento (Gara 3) della stagione 2021 di Formula E. Al volante di questa safety car ci sarà il pilota Bruno Correia, che ha dichiarato:

“Agilità, prestazioni elevate, un’auto dall’aspetto accattivante: la MINI Electric Pacesetter Safety Car per il campionato mondiale FIA ​​Formula E ha tutto. È molto divertente da guidare, sembra un kart “.

Dieta dimagrante

Di fatto il team BMW Motorsport, al fine di rispettare i principi di design leggero della FIA, è riuscito a ridurre il peso complessivo di 130 chili rispetto alla Mini Cooper SE di serie, fermando in questo caso la bilancia sui 1.230 kg.

Inoltre Mini ha dotato l’elettrica di una sospensione da competizione (permette di regolare estensione, compressione, altezza e inclinazione) per offrire “il massimo feeling del kart”. Tutto questo con carreggiate allargate di 10 mm, freni a quattro pistoncini e ruote forgiate da 18 pollici – presi in prestito dalla Mini JCW GP – montate su pneumatici Michelin Pilot Sport (245/40 R18).

Quasi 300 CV

Sotto il cofano c’è un powertrain basato su quello della Cooper SE, che produce 184 cavalli e una coppia massima di 280 Nm (10 Nm in più). L’asse anteriore ha il compito di assorbire tutta l’energia, dopo aver attraversato un cambio a una velocità. In questo modo la Pacesetter è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi (sei decimi più veloce della Mini Cooper SE).

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →