Mercedes svela Hyperscreen, lo schermo da 1,4 metri

Debutterà sulla nuova berlina elettrica di lusso EQS

Mercedes-Benz ha svelato il nuovo, avanzato ed enorme schermo che monterà la futura berlina elettrica EQS. Si chiama Hyperscreen, è realizzato in vetro curvato e ha una dimensione di 141 cm e una superficie totale di 2.432,11 centimetri quadrati. Dimensioni che fanno sì che occupi praticamente l’intera larghezza del pannello frontale sul cruscotto. In questo modo il passeggero avrà un proprio display e controllo del sistema nella sua zona.

Personalizzazione e intelligenza artificiale

Con un massimo di sette profili di utilizzo, il contenuto dello schermo può essere personalizzato. In casi di assenza del copilota, il lato corrispondente dello schermo non sarà operativo per motivi di sicurezza e per non distrarre il guidatore. Il sistema operativo utilizzato dall’Hyperscreen è la seconda generazione dell’MBUX, Mercedes-Benz User Experience, rilasciato recentemente con la nuova Mercedes-Benz Classe S. Si tratta di fatto dell’evoluzione dell’MBUX rilasciato nel 2018 con la Classe A e attualmente incorporato in più di 1,8 milioni di vetture Mercedes-Benz.

Il nuovo sistema integra anche la tecnologia di intelligenza artificiale (AI), con un software in grado di apprendere. Nello specifico il display e il sistema operativo si adattano all’utente e offrono suggerimenti personalizzati per l’intrattenimento, il comfort e le funzioni del veicolo.

Il sistema offre inoltre più di 20 funzioni, dal sistema di massaggio attivo a diversi promemoria, come il compleanno, ma anche elenchi di cose da fare, tutti offerti automaticamente con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.

Facile da usare

Mercedes assicura in ogni caso che, nonostante la sua complessità, la gestione di questo grande schermo sarà più semplice ed intuitiva grazie al sistema ‘zero layer’, che permette all’utente di accedere direttamente alle funzioni principali, eliminando così il menu tradizionale e il sistema di sottomenu.

E affinché tutto funzioni perfettamente, ci sono un totale di 12 sensori dietro lo schermo per interpretare e fornire feedback durante l’uso. Quando si tocca lo schermo in determinati punti, il sistema risponde con un sistema di vibrazione.

L’hardware conta su ben otto core CPU, 24 GB di RAM e 46,4 GB al secondo di larghezza di banda. Include una fotocamera multifunzione e un sensore di luce per adattarsi in ogni momento alla luminosità dell’ambiente.

Gorden Wagener, responsabile del design di Daimler, riassume così il nuovo dispositivo: “Con il nuovo MBUX Hyperscreen abbiamo unito tecnologia e design per offrire al cliente un sistema con una facilità d’uso senza precedenti. Amiamo la semplicità e con questo sistema abbiamo raggiunto una nuova dimensione “, afferma.

Debutta come optional sulla EQS

L’MBUX Hyperscreen sarà offerto come optional sulla nuova EQS, che arriverà il prossimo anno come punta di diamante della Mercedes e avrà prevedibilmente 700 km di autonomia elettrica. Nel 2022 approderà una variante dello stesso modello in chiave SUV ed entrambe saranno incluse nell’offensiva elettrica del marchio tedesco attraverso la quale Mercedes lancerà una mezza dozzina di auto elettriche in più entro il 2022.

1