Land Rover Defender 130: operazione restomod per l’iconico off-road

Il costoso restomod dedicato alla storica Defender 130 pick-up sfrutta un poderoso V8 Chevrolet da 476 CV.

Anche se sostituito da una generazione completamente nuova e super tecnologica, la storica Land Rover Defender rimane uno degli off-road “duri e puri” più iconici e desiderati di tutti i tempi. A proposito di Defender, di recente avevamo parlato del debutto della nuova Defender V8 da 525 CV di ultima generazione e poco prima vi avevamo raccontato della incredibile Defender Works V8 Trophy, basata sulla precedente serie del 4×4 britannico, realizzata in 25 esemplari dalla divisione Land Rover Classic.

Ora ritorniamo sul medesimo tema per descrivervi una incredibile operazione di restomod basato sulla Land Rover Defender 130, realizzata dalla factory Osprey per la cifra da capogiro di quasi 200mila euro. Ricordiamo che il restomod è un restauro di una auto storica effettuato con componenti e meccanica moderni, con l’obiettivo di realizzare qualcosa di unico e stupefacente.

Look aggiornato e accattivante

Per realizzare la sua creazione, Osprey ha utilizzato come base un Land Rover Defender 130 Pickup prodotto nel 1988, personalizzato con livrea color Fuji White e con telaio verniciato a polvere. La griglia anteriore è stata customizzata appositamente per questo modello, il cofano è stato realizzato in metilacrilato (così come una parte degli interni), mentre i paraurti in acciaio risultano abbinati a luci supplementari installete nella parte anteriore. Completano il kit estetico i nuovi cerchi in lega da 20 pollici realizzati dalla nota azienda “Kahn”, avvolti da pneumatici off-road della Cooper che misurano 275/65.

Abitacolo farcito di lusso e tecnologia

L’abitacolo è stato reso più lussuoso e raffinato grazie all’adozione di rivestimenti in pelle con cuciture in contrasto dedicate ai sedili e ai pannelli porta. Dal punto di vista tecnico e tecnologico, l’azienda di customizzazione ha aggiunto un nuovo sistema di climatizzazione e un inedito sistema di infotainment con display da 7 pollici incastonato nella console centrale. Un ulteriore tocco tecnologico arriva dalla base di ricarica wireless per smartphone e dai due nuovi ingressi USB. Non mancano nella dotazione vetri elettrici, chiusure centralizzate e soprattutto un potente impianto audio Rockford Fosgate per ascoltare le proprie colonne sonore preferite.

Sotto il cofano il V8 della Corvette

La cosa più stupefacente si nasconde però sotto il cofano motore, dove batte il poderoso LS3 V8 6.2 litri di origine General Motors, montato anche sulle potentissime Chevrolet Camaro e Corvette. Questa unità otto cilindri tipicamente americana scarica sulla trazione integrale la bellezza di 435 CV e 576 Nm, il tuto gestito da un cambio un cambio automatico a sei rapporti dotato di marce ridotte. Per tenere a bada tutta questa esuberanza, è stato completamente rivisto il comparto sospensioni e l’impianto frenante, non mancano inoltre protezioni sottoscocca specifiche e un nuovo scarico sportivo.

Ultime notizie su Tuning

L'attualità del tuning auto con le preparazioni più interessanti, i kit di elaborazioni e gli allestimenti sportivi con foto e video gallery. Scopri la nostra rubrica dedicata per non mancare nulla sulle importanti novità e sugli eventi che [...]

Tutto su Tuning →