Honda e: la prova su strada

Abbiamo provato una delle novità più interessanti tra le proposte alla spina, la Honda e tanto originale quanto pratica in città

Nel panorama delle auto elettriche è sicuramente una delle più originali, con un design riuscito capace di nascondere una tecnologia che funziona alla grande nella guida cittadina. Stiamo parlando della Honda e che abbiamo guidato nelle affollate strade di Roma.

Esterni: una linea a tutto tondo

Il design è sicuramente uno dei punti di forza della Honda e, che prende spunto dalla N360 del 1967, ma poi si adatta alle tendenze attuali attraverso uno stile particolarmente levigato, come si evince guardando i paraurti, i retrovisori, le maniglie, ed i finestrini privi di cornice. Frontale e posteriore sembrano rincorrersi per via dei fari rotondi, e poi c’è lo sportellino in vetro che consente di accedere alla presa di ricarica: un tocco di esotico futurismo che impreziosisce ulteriormente l’insieme.

Interni: una plancia da supercar

L’abitacolo è più simile alla vettura di Micheal Knight che ad un’auto convenzionale per via dei 5 schermi, con i più esterni deputati a riportare le immagini delle telecamere dei retrovisori. Anche lo specchio interno è digitale, ma questo è un dettaglio già visto anche sulla Toyota Rav4 e sulla Range Rover Evoque. Per metterti a tuo agio, questa Honda alla spina sfrutta elementi come il legno finto sulla plancia, i faretti incassati nel cielo, la stoffa dei sedili ed i colori caldi. Insomma, è accogliente come una casa scandinava ed offre un tripudio di prese e vani portaoggetti.

Si può scegliere persino il tema dello sfondo dei grandi schermi centrali per rendere la guida più adatta allo stato d’animo del momento. Per agevolare l’interazione tra auto e guidatore c’è l’assistente vocale e si può scaricare sul proprio smartphone un’applicazione per gestire alcune funzioni da remoto come la regolazione della temperatura interna e la ricarica. Questo distoglie l’attenzione da plastiche che potrebbero essere più curate, mentre del bagagliaio con appena 171 litri utili e poco pratico per via del divano non frazionato, ci si accorge quando si ha a che fare con carichi più ingombranti delle comuni buste della spesa.

Su strada: ideale per la città e divertente alla guida

Con una lunghezza che non arriva a 4 metri ed un diametro di sterzata di soli 9,30 metri, la Honda e sfoggia un’agilità invidiabile in città e questo è un bene considerando che può sfiorare i 200 km di autonomia nel ciclo urbano mentre in quelli extraurbani non supera i 240 km. La guida inoltre, è appagante anche per via della collocazione nel pianale della batteria da 35,5 kWh e della spinta fornita dal motore elettrico da 154 CV che si trova al posteriore, rendendola come una piccola “Porsche” cittadina, grazie anche alla trazione posteriore resa ancora più incisiva nella versione Advance dalle ruote più larghe, precisamente da 17 pollici, che offrono maggiore stabilità.

Con uno 0-60 km/h coperto in soli 3,5 secondi è un’autentica bruciasemafori, mentre per arrivare a 100 km/h, sempre con partenza da fermo, sono necessari 8,2 secondi; ma non temete, si tratta di un’auto molto indulgente anche verso i guidatori poco esperti, visto che l’ESP è ben tarato e non mancano gli ADAS di livello 2. Passiamo al capitolo dedicato ai tempi di ricarica, se la rete fosse fornita di colonnine fast, basterebbero appena 30 minuti per fare il pieno di energia, mentre con quelle convenzionali, la maggior parte tra quelle diffuse in città, bisogna attendere quasi 6 ore, e da casa l’operazione richiede un tempo ancora più elevato: poco più di 17 ore.

Prezzo: si parte da 35.500 euro

La Honda e dice qualcosa di nuovo tra le elettriche, ed il suo prezzo è in linea con la tecnologia presente a bordo. Il listino parte da 35.500 euro, e la versione Advance della nostra prova ha un costo di 38.500 euro. Ma si tratta di costi che andranno rivisti al ribasso attraverso promozioni ed incentivi statali.

1