Ford Explorer 2020: la prova su strada

Grande fuori e grandissima dentro, la nuova proposta a ruote alte della Ford offre comfort, prestazioni brillanti, e in città viaggia ad impatto zero

La Ford amplia la gamma a ruote alte con la Explorer, che offre un’esperienza da SUV a stelle e strisce ma non rinuncia alla filosofia sostenibile come dimostra la sua power-unit ibrida plug-in.

Esterni: imponente ed originale

Lunga più di 5 metri, la Explorer è un’auto funzionale, con forme che non rinunciano ad una certa originalità, come dimostrano la grande calandra che si collega direttamente ai gruppi ottici anteriori, ed il taglio del terzo finestrino posteriore. I montanti neri cercano di snellire l’insieme, ma l’effetto sfuma nella versione della nostra prova che ha una livrea completamente nera. Sprazzi di sportività al posteriore con i quattro scarichi che promettono prestazioni brillanti.

Interni: un monolocale da viaggio

L’abitabilità è di certo il suo punto forte, e con 7 posti veri nessuno a bordo potrà lamentarsi dello spazio a disposizione. Chiaramente, davanti si sta seduti in delle vere e proprie poltrone, e questo è un ulteriore indizio che è stata pensata per accontentare la clientela americana di taglia XXL. Tanto spazio anche per i bagagli con un vano di carico capace di passare da 330 litri fino a 2.274 litri, e con 1.137 litri utili quando si utilizzano 5 dei 7 posti totali.

Per trasportare al meglio le bevande durante i viaggi è possibile contare su ben 12 portabicchieri, mentre per diffondere il sound raffinato dell’impianto audio Bang&Olufsen ci sono 14 altoparlanti. Ad enfatizzare ulteriormente la sua anima USA c’è il grande display del sistema d’infotainment SYNC 3 da 10,1 pollici che si estende in verticale al centro della plancia, e non manca una strumentazione digitale con schermo da 12,3 pollici per fornire tutte le informazioni possibili al guidatore.

Al volante: è comoda, non rinuncia alle prestazioni, e in città viaggia in elettrico

Sotto le forme di questo SUV in grado di trainare fino a 2.500 kg troviamo una power unit ibrida plug-in composta da un V6 3.0 sovralimentato e da un motore elettrico capace di esprimere una potenza di sistema di 457 CV ed 825 Nm. Inoltre, non poteva mancare il cambio automatico, che può snocciolare ben 10 marce, e completa il quadro tecnico la trazione integrale che offre sicurezza e poliedricità d’utilizzo. Guidandola si avverte un assetto tendente al morbido, come sottolinea il rollio in curva, ma la Explorer è tutt’altro che paciosa a livello prestazionale come dimostrano lo scatto da 0 a 100 km/h coperto in appena 6 secondi e la velocità massima di 230 km/h.

Nelle ripartenze da fermo l’auto è addirittura troppo scattante, e sulle prime potrebbe sorprendere, soprattutto quando si trova posto in un parcheggio non molto capiente, quindi occhio a dosare il gas nelle manovre a bassa velocità. In città poi, la Explorer può sfruttare la batteria agli ioni di litio da 13,6 kWh per percorrere circa 40 km ad impatto zero. Volendo approfondire il discorso sull’utilizzo della power-unit, è bene sottolineare che, tra le 7 modalità di guida, ce ne sono 4 per gestire l’interazione tra i propulsori.

Nello specifico, si può lasciare all’auto la scelta su quando far intervenire il motore elettrico; oppure si può propendere per una marcia ad impatto zero; inoltre, in caso di necessità si può sfruttare il motore termico per ricaricare quello elettrico, o utilizzare solamente il propulsore convenzionale per conservare tutta la carica della batteria. Chiudiamo l’analisi della dinamica parlando di consumi, visto che, in media, si percorrono circa 10 km con un litro di benzina, mentre per ricaricare la batteria sono sufficienti 5 ore dalla wallbox di casa.

Prezzo: 81.000 euro

La Explorer non è un’auto a buon mercato, e gli 81.000 euro del suo listino lo dimostrano, ma sono giustificati dalla tecnologia a bordo e da una dotazione ricchissima, visto che su questo SUV è praticamente tutto di serie. Comunque, tra incentivi e promozioni il costo potrebbe scendere e diventare meno impegnativo.

1

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →