F1 GP Bahrain: super Max Verstappen conquista la pole position

L’olandese ha dominato rifilando quasi 4 decimi ad Hamilton, poi Bottas e Leclerc che fa sperare in una Ferrari ritrovata

La Formula 1 riparte in Bahrain, in uno scenario insolito per il primo gran premio stagionale, e dopo i test ci sono tante novità da osservare nel corso di un vero weekend di gara. Nelle qualifiche nessuno può nascondersi, per cui adesso è ora di vedere quali sono i reali valori in campo. Tutti indicano Verstappen come uomo del giorno, è l’olandese il più atteso per la pole position, ma non dimentichiamoci che le Mercedes hanno dominato l’era delle power unit ibride, per cui è tempo di vederle in azione per capire se sono realmente indietro rispetto alle Red Bull o se fino ad ora è stata solamente strategia. Ma ci sono tante monoposto da tenere d’occhio, tanti piloti da osservare con attenzione perché le formazioni sono cambiate, e tra rookie e veterani ci sarà da divertirsi.

Q1: Svetta Verstappen ma Tsunoda si prende uno strepitoso secondo tempo

Si comincia con Mazepin, uno dei nuovi piloti in pista, subito sotto pressione, e autore di un testacoda alla curva 13. Ad 8 minuti dalla fine le due Mercedes si mettono davanti a tutti con Hamilton e Bottas, ma Verstappen si prende la leadership momentanea staccando il campione del mondo di 118 millesimi. Poi accade l’inaspettato, il grintosissimo Tsunoda con l’Alpha Tauri si presenta agli appassionati di Formula 1 piazzandosi in seconda posizione davanti ad un certo Lewis Hamilton. Il Rookie dell’anno dello scorso campionato di F2 mette subito le carte in tavola, e avvisa la concorrenza che intende essere protagonista. Il primo delle Ferrari è Sainz, con una momentanea settima posizione, ma attendiamo gli ultimi tentativi per vedere chi approderà in Q2. Si gira ancora Mazepin proprio sul finale, e nell’ultimo giro utile risalgono posizioni Leclerc, che si piazza in quarta posizione, seguito da Ricciardo, mentre Alonso agguanta la settima posizione. Clamorosa la debacle di Vettel, che fa segnare il 18esimo tempo, mentre Sainz si salva cogliendo l’ultima posizione utile per passare al Q2. Quindi Verstappen è il più veloce nel Q1, seguito da uno strepitoso Tsunoda, e da Hamilton. Rimangono esclusi dal Q2 Ocon, Latifi, Vettel, e i due piloti della Haas: Schumacher e Mazepin.

Q2: Ferrari davanti ma con gomma rossa, poi Hamilton con gomma gialla

Con gomma gialla è Hamilton in più rapido nelle fasi iniziali del Q2 e rende più di 2 decimi a Verstappen. Preoccupa un po’ il settimo tempo di Leclerc con gomma rossa. Non va meglio a Perez a cui è stato cancellato il tempo per un lungo in curva 4. Qualcuno si lamenta del vento, e intanto mancano poco più di 5 minuti alla fine del Q2. Hamilton è uscito allo scoperto rifilando mezzo secondo a Bottas, e Alonso si è fatto trovare pronto gettandosi alle spalle le polemiche sull’età. Da segnalare anche il tempo di Sainz che, con la quinta posizione provvisoria, ha iniziato a rendere la vita meno facile a Leclerc, e il secondo tentativo dell’Alpha Tauri con gomma gialla. Una scelta che non paga perché Tsunoda rimane escluso, mentre Gasly guadagna l’ottava posizione. Comunque, anche se con gomma rossa, è bello vedere le due Ferrari davanti a tutti con Sainz e Leclerc a precedere Hamilton, il più rapido con gomma gialla. Ottima prestazione per Alonso, nono e pronto per il Q3, davanti a Stroll, che approda alla fase finale delle qualifiche mentre il suo compagno di squadra, il plurititolato Vettel, è uscito nel Q1.

Q3: la pole position è di Verstappen, Hamilton prende quasi 4 decimi

L’ultima fase delle qualifiche inizia con uno strepitoso Gasly, che si prende la testa, poi è duello vero tra Verstappen ed Hamilton, con l’olandese davanti per soli 23 millesimi. Bottas è a più di sei decimi dal campione del mondo e dietro a Gasly, che comunque rimane momentaneamente terzo. Sainz è quinto, ma manca ancora l’ultimo tentativo, e piloti del calibro di Alonso e Leclerc non sono ancora usciti. Ci siamo, ora tutti sono pronti per l’ultimo giro cronometrato, e con settori da record è Verstappen ad agguantare la pole position rifilando quasi 4 decimi ad Hamilton; poi Bottas, a 2 decimi dal campione del mondo, e quarto, a solo 1 decimo dal finlandese, Leclerc con la Ferrari. Bene anche Gasly in quinta posizione davanti a Ricciardo che vince il confronto con Norris, settimo sulla griglia. Ottavo Sainz, mentre Alonso e Stroll chiudono le prime 10 posizioni per la partenza della gara di domani. Verstappen quindi si conferma il pilota più in forma, e quello che al momento guida la monoposto più veloce, ma la gara sarà lunga e siamo ansiosi di vederla.

Ultime notizie su Formula 1

La Formula Uno (o Formula 1) è la Regina tra le competizioni motoristiche. Nel 2020 piloti e team si contenderanno il 71° campionato piloti ed il 63° campionato costruttori. E'il terzo anno dall'avvento dell [...]

Tutto su Formula 1 →