F1, GP Abu Dhabi 2020: Mercedes e Verstappen in luce nelle prove libere

Tante novità nelle prove libere di Abu Dhabi dove le Mercedes e la Red Bull hanno dimostrato di avere qualcosa in più rispetto alle altre. Male le Ferrari

Il GP di Abu Dhabi 2020 si apre con grandissime novità, la prima è quella rappresentata dalla Haas, che sfodera in pista una monoposto con il nome M. Schumacher e bandierina teutonica al fianco. Una sigla che fa vibrare le corde di tutti gli appassionati di Formula 1, perché il figlio del grande Michael – Mick Schumacher – è arrivato finalmente nella massima competizione motoristica a quattro ruote. L’altra grande novità è stato lo show di Fernando Alonso, che nella giornata di venerdì si è esibito al volante della sua vecchia Renault R25, quella con cui si laureò campione del mondo nel 2005. Un tuffo al cuore, per chi ha amato quelle vetture con un sound magnifico, e un altro grande stimolo per rivedere il pilota asturiano in griglia di partenza a partire dal 2021. Ma vediamo come sono andate le cose durante le FP 1 e 2.

Verstappen al comando delle FP1

Nelle FP1 il miglior tempo è stato per Max Verstappen in 1:37.378. L’olandese della Red Bull è voglioso di recuperare il tempo perduto, dopo l’incidente che lo ha costretto al ritiro durante l’ultimo GP di Sakhir. Dietro di lui si è piazzato Valtteri Bottas (+0.034)m seguito a sua volta da Esteban Ocon (+1.137), fresco di podio in Bahrain. Considerate le condizioni della pista, che non hanno permesso di ottenere un responso troppo reale dalla simulazione di qualifica, alcuni team hanno deciso di effettuare un lavoro mirato a trovare il giusto assetto per la vettura. I primi ad adottare questa specifica sono stati gli uomini di Mercedes, che, dopo una prima fase in cui Hamilton e Bottas hanno effettuato alcuni giri lanciati, hanno voluto concentrare i propri sforzi nel bilanciamento della monoposto di Stoccarda. In Ferrari, invece, l’attenzione è tutta rivolta alla prossima stagione: entrambi i piloti hanno svolto diversi passaggi montando un fondo con specifiche 2021, per poi andare a differenziare il proprio lavoro. In termini di prestazioni, Charles Leclerc (+1.966) ha ottenuto il dodicesimo posto, mentre Sebastian Vettel (+2.292) ha chiuso al quattordicesimo, non provando mai la prestazione.

Bottas leader delle FP2

Cambiano le condizioni della pista ed è Valtteri Bottas a emergere con il miglior tempo in 1:36.276. Dietro di lui, Lewis Hamilton (+0.203), mentre terzo e staccato di otto decimi Max Verstappen (+0.770). Charles Leclerc (+1.232) ha chiuso in ottava posizione ad oltre un secondo dal leader, mentre Sebastian Vettel (+1.922) si è classificato quindicesimo, con un ritardo di quasi due secondi. Sul passo gara, sembra andare davvero molto bene la Red Bull di Max Verstappen, così come la Racing Point, mentre è assolutamente non brillante il Cavallino Rampante. Fra l’altro, la simulazione dei piloti di Maranello è stata interrotta dopo pochi passaggi da una bandiera rossa, esposta dopo un problema accusato dall’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, che ha visto il proprio motore andare in fiamme.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →