Dakar: è scomparso Hubert Auriol, il primo a vincere sia in auto che in moto

L’ex pilota, che nel tempo è divenuto direttore della Dakar, si è spento a 68 anni dopo aver contratto il covid

Mentre la Dakar, la maratona più dura per automobilisti, motociclisti e conducenti di mezzi pesanti è in atto, un personaggio simbolo di questa grande classica ci lascia. Hubert Auriol è scomparso dopo aver lottato contro il virus del Covid-19: l’ex pilota aveva già dei problemi di salute, ma il virus l’ha indebolito ulteriormente e, in seguito al ricovero in terapia intensiva, è scomparso per il sopraggiungere di problematiche a livello cardiaco.

I successi nel 1981, 1983 e 1992

Hubert Auriol aveva 68 anni ed è stato vincitore della Dakar in tre edizioni. La sabbia della maratona motoristica per eccellenza l’ha assaggiata nel 1979 e da allora non ne ha più fatto a meno. Correndo per BMW France conquistò la Dakar nel 1981 e 1983, quindi trionfò come centauro e come motociclista corse fino al 1987, anno nel quale decise di smettere con le due ruote dopo essere incappato in cadute che gli hanno comportato la rottura di entrambe le caviglie. Ecco allora che Auriol passa a gareggiare con le auto, mettendo a frutto tutta l’esperienza maturata in moto nel 1992, anno nel quale vince al volante di una Mitsubishi. Questo successo lo rese il primo a vincere la Dakar sia in moto che in auto!

La lunga parentesi da organizzatore della Dakar

Anche quando ha smesso di partecipare come concorrente, Auriol è stato un simbolo della Dakar, non a caso per 9 anni, a partire dal 1995, ha assunto il ruolo di organizzatore dell’evento. In seguito, è rimasto attivo nel settore delle corse in fuoristrada dando vita, insieme ad altri organizzatori, all’Africa Eco Race. Inoltre, ha contribuito anche all’organizzazione dell’Heroes Legend.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →