Nissan Juke: al volante della seconda generazione

Com'è cambiata e come va la nuova crossover piccola di Yokohama. Nuova piattaforma, nuovo motore, nuove proporzioni e tanta tecnologia di bordo


Dopo 9 anni sul mercato e 1 milione di auto vendute, la pioniera del segmento delle crossover piccole si rinnova completamente. La seconda generazione della Nissan Juke arriva con un look aggiornato, una nuova piattaforma, un nuovo motore e tanta tecnologia di bordo.



All’interno della nuova Nissan Juke, rispetto alla generazione precedente, c’è un mondo di differenza. Se la prima SUV di segmento B di Yokohama si caratterizzava per un abitacolo piccolo e una dotazione di bordo sufficiente, la nuova Juke diventa un’auto molto più competitiva sotto questo aspetto. In quanto a qualità dei materiali fa un bel salto in avanti. Il volante dall’impugnatura comoda e più verticale è rivestito in pelle, così come la plancia centrale, colorata a contrasto con le plastiche nere dure della parte inferiore e quelle morbide della sezione superiore sotto al parabrezza. Sull'allestimento N-Design la plancia centrale è addirittura rivestita in Alcantara.


Quando molti costruttori, anche in questo segmento, puntano sulla strumentazione digitale, Nissan rimane abbastanza convenzionale, riproponendo sulla nuova Juke il classico quadro composto dai due orologi analogici (tachimetro e contagiri), questa volta però con uno schermo digitale da 7 pollici al centro che fa da interfaccia al computer di bordo. Passando alla console centrale la nuova Nissan Juke 2019 monta uno schermo touch da 8 pollici con connettività Apple CarPlay e Android Auto.



Il sistema multimediale della nuova Nissan Juke 2019 ha inoltre una serie di funzioni connesse a Internet che permettono di consultare informazioni come il prezzo della benzina e il traffico in tempo reale. Grazie alla Sim 4G è inoltre possibile attivare l'Hotspot per il Wifi all'interno dell'abitacolo e connettere vari dispositivi. E tramite un’applicazione specifica è anche possibile localizzare l’auto, aprirla in forma remota, ed eseguire tutta una serie di funzioni pratiche nella vita quotidiana. Inoltre, sempre da Casa, si può consultare l’assistente di Google per sapere, ad esempio, quanta benzina rimane nel deposito o la pressione degli pneumatici. Il climatizzatore, invece, dispone di comodi bottoni fisici posizionati nella parte inferiore della console, sicuri da usare durante la guida.


La nuova Nissan Juke 2020 vanta un passo allungato di ben 10,5 centimetri rispetto alla precedente versione, il che la rende molto più comoda, soprattutto dietro con più spazio per le gambe (+58 mm) e per la testa (+11 mm) dei passeggeri posteriori. Il bagagliaio è uno degli aspetti che più sono migliorati. Ora dispone di 422 litri di volume di carico, contro i 354 litri della prima generazione (+20%), e aumenta la larghezza dell’apertura, che si estende fino a 1 metro, mentre prima era di 90 centimetri scarsi.


La seconda generazione della Nissan Juke è costruita sulla base della nuova piattaforma CMF-B dell'alleanza Nissan-Renault (la stessa, ad esempio, delle Renault Clio e Captur). Le dimensioni crescono in forma sostanziale: ora infatti misura 4,21 cm in lunghezza, 7,5 cm in più. Esteticamente la nuova Juke rimane abbastanza fedele alle linee della prima versione, aggiornate al nuovo linguaggio stilistico della casa, più moderno. I gruppi ottici, dal nuovo design, sono Full LED sia davanti che dietro e i cerchi aumentano in dimensioni, disponibili fino a 19 pollici di diametro. Inoltre Tutti i montanti sono stati assottigliati grazie all’uso di materiali più resistenti, dando una migliore visibilità, e la personalizzazione prevede anche il tetto a contrasto. A seconda degli allestimenti poi, alcune varianti come la N-Design, sfoggiano dettagli estetici caratterizzanti.



Al lancio la nuova Nissan JUKE verrà proposta con un’unica motorizzazione: un motore tre cilindri benzina turbocompresso DIG-T da 1,0 litri, prodotto a Sunderland. La potenza erogata è pari a 117 CV, mentre la coppia di 180 Nm raggiunge un massimo di 200 Nm grazie alla funzione di overboost (che si attiva abbassando tutto il pedale dell'acceleratore). L’erogazione è lineare e pronta già dai bassi regimi, questo piccolo tre cilindri è quindi più sufficientemente adeguato a muovere con agilità la nuova Juke.  Due sono invece le opzioni per la trasmissione: un cambio manuale a sei marce o un’automatico a doppia frizione e 7 rapporti, quest’ultimo sicuramente più sfizioso e divertente grazie alla sua rapidità e prontezza e alle leve al volante. Con questo powertrain la Nissan Juke 2019 raggiunge i 100 km/h in un’eccellente tempo di 10,4 secondi e dichiara consumi medi compresi tra i 5,9 e i 6,1 litri/100 km (WLTP). A fine prova su strada, guidando senza pensare a risparmiare, il computer di bordo segnava 7l/100 km.


Il passo corto e il centro di gravità rialzato della precedente Nissan Juke la rendevano un’auto non facilissima da guidare in maniera sportiva. Ora però, le proporzioni e il nuovo telaio la cambiano radicalmente. Il feeling al volante è tutta un’altra storia, soprattutto nei passaggi in curva dove ha guadagnato tanto in agilità e stabilità, con meno rollio. E anche mettendola alla corda reagisce bene senza nessun comportamento inadeguato. Anche lo sterzo è migliorato molto, è più diretto e nonostante sia elettrico è abbastanza comunicativo. In modalità Sport, poi, si indurisce e dialoga chiaramente passando bene le informazioni che arrivano dalle ruote.


In quanto a sicurezza la Nuova Nissan Juke eredita il sistema ProPilot dalla sorella maggiore Qashqai con i sistemi attivi di assistenza alla guida che aiutano il guidatore nelle frenate, nelle accelerazioni e nel mantenimento dell’auto nella corsia.


In definitiva la nuova Nissan Juke passa l’esame del cambio generazionale a pieni punti. Ha definitivamente risolto i punti deboli della prima versione che tra l’altro era sul mercato dal 2010. La seconda generazione della crossoverina di Yokohama è già nel listino italiano, proposta con gli allestimenti Vista, Acenta, Business, N-Connecta, N-Design e Tekna. I prezzi partono da 19.620 Euro.

  • shares
  • Mail