Sulla Volvo XC40 elettrica debutta Android Automotive OS

Il sistema operativo di Google farà il suo debutto sulla prima crossover compatta a zero emissioni della Casa svedese


Con il contagocce Volvo continua a svelare novità sulla sua prima elettrica della famiglia, la XC40 a zero emissioni. Ovviamente i dati sull’autonomia, le prestazioni e il prezzo saranno quelli più significativi, ma intanto da Goteborg arrivano i primi dettagli sulla dotazione tecnologica della crossover compatta elettrica. La prima grande novità riguarderà l’arrivo del sistema di infotainment Android.


Android Automotive OS. In questo senso Volvo ha preso una strada interessante. Nonostante il marchio svedese abbia lavorato in questi ultimi anni allo sviluppo di propri sistemi di infotainment, le prossime novità della gamma saranno dotate del nuovo sistema multimediale basato su Android Automotive OS. E non si tratta più, ormai, di garantire soltanto la compatibilità con i dispositivi mobile Android, ma di ottimizzare la potenza e versatilità del sistema operativo Android di Google per offrire ancora più servizi e un sistema di infotainment più potente e connesso.


Google Maps e il Google Assistant. La Volvo XC40 elettrica inaugurerà questa grande novità tecnologica che, ad esempio, incorporerà un navigatore basato su Google Maps e il Google Assistant che facilita l’accesso alle varie funzioni multimediali. Saranno integrate inoltre varie App come Spotify per la musica, instancabili direttamente da Google Play Store.


Servizi Volvo. E ovviamente non mancherà integrazione con i servizi propri di Volvo, come ad esempio Volvo On Call con tutte le funzioni di gestione e consultazione dei dati dell’auto in remoto, come la visualizzazione del livello di carica della batteria e la regolazione del climatizzatore.


Transizione all'elettrico. In quanto al passaggio all’elettrico, Volvo è uno dei costruttori che sta dedicando più risorse e investimenti alla transizione. Proprio in questi giorni era stato infatti annunciato che Volvo e Geely creeranno un’impresa indipendente per lo sviluppo e la costruzione di motori a combustione interna, che verranno utilizzati dalla prossima generazione di powertrain ibridi plug-in. Il progetto di Volvo è insomma ambizioso. Entro il 2025 la Casa svedese punta a vendere il 50% di auto elettriche e il 50% di auto ibride.

  • shares
  • Mail