Lamborghini Espada: un'auto storica del toro a 4 posti

Nella storia Lamborghini, l'Espada si è ritagliata uno spazio di primo piano per i suoi contenuti innovativi. Questa vettura classica regala a quattro passeggeri le emozioni del toro.

La Lamborghini Espada è stata per un intero decennio la best seller della casa di Sant'Agata Bolognese, prima che la Countach superasse i suoi numeri commerciali. Presentata al Salone di Ginevra del 1968, quest'auto sportiva a quattro posti si offre allo sguardo con una spiccata personalità stilistica, che la rende diversa da tutte le altre. Il merito è di Marcello Gandini, autore per Bertone del suo design pieno di carattere.

La nascita del modello fu una naturale evoluzione della concept car Marzal, che tanto successo raccolse dopo aver sfilato per il giro d'onore, con le sue futuristiche linee, lungo il circuito di Monte Carlo, in occasione del GP Monaco F1 del 1967, accogliendo a bordo due personaggi che non hanno bisogno di presentazioni: il principe Ranieri III di Monaco e la principessa Grace Kelly. Di quella strana coupé rappresenta, in un certo senso, la declinazione per il mercato.

Ferruccio Lamborghini volle fortemente la sua nascita, per ampliare la gamma con una vera quattro posti. Gandini seppe accontentarlo al meglio, introducendo i sedili posteriori senza inficiare la presenza scenica richiesta dal marchio. Tre le serie in cui prese forma, frutto di diverse modifiche al motore e agli interni, ma lo stile della carrozzeria non cambiò.

Il risultato degli sforzi creativi fu una Gran Turismo apprezzata dalla clientela, che poteva giovarsi dell'energia del suo potente motore e di un abitacolo ampio e confortevole (specie tenendo conto del carattere tipologico del modello), dove la pelle e il legno erano abilmente miscelati.

Come già scritto, il potente V12 di 4.0 litri fu sottoposto a vari step evolutivi, con potenze da 325 a 375 CV, per una velocità massima da 245 km/h a 260 km/h. A smorzare la foga provvedevano dei freni a disco sulle quattro ruote. La vettura aveva sospensioni indipendenti.

Costruita in 1.227 esemplari, fino al 1978, la Lamborghini Espada rappresenta una pietra miliare del listino del toro, essendo entrata nella storia come prima creatura a quattro posti del celebre marchio. Spaziosa e adatta ai grandi tour, univa il piacere delle lunghe trasferte alle emozioni di una supercar, molto appariscente come ogni Lamborghini. Notevoli le dimensioni, specie per i canoni dell'epoca, con una lunghezza di 4670 mm e una larghezza di 1820 mm. L'auto era molto bassa, con un'altezza di appena 1190 mm. La sua produzione andò avanti al 1978.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail