Volvo XC40: rivoluzione elettrica

A breve Volvo lancerà la sua XC40, primo modello totalmente elettrico per la Casa svedese, che promette di essere all'avanguardia in termini di sicurezza come vuole la tradizione di Volvo.

Volvo si inserisce prepotentemente in quello che non è più un settore dell'auto relegato ad un futuro lontano, perché ormai non è più improbabile trovare un motore completamente elettrico sotto al cofano di una vettura, al posto dei tradizionali benzina o diesel. Il prossimo mese la Casa svedese lancia il suo primo veicolo 100% elettrico, che porta il nome di Volvo XC40, una rivoluzione elettrica ma che mantiene tutte le caratteristiche che hanno reso Volvo un'icona a livello mondiale, specialmente in termini di sicurezza.

Malin Ekholm, responsabile della sicurezza di Volvo Cars, ha ribadito quanto sia importante questo tema nella filosofia costruttiva del Marchio e quanto la sfida si sia rinnovata con l'arrivo del motore elettrico: "Indipendentemente dall'unità che consente a un'auto di muoversi, che si tratti di un motore elettrico o a combustione interna, una Volvo deve comunque garantire la massima sicurezza. La XC40 a trazione esclusivamente elettrica sarà una delle vetture più sicure mai costruite dalla Casa."

Per l'appunto, la nuova sfida di Volvo e dei suoi tecnici, è stata quella di dover riprogettare completamente e rinforzare la struttura anteriore per sopperire all'assenza di un blocco motore, così da soddisfare i rigorosi requisiti di Volvo Cars in termini di sicurezza e garantire ai passeggeri un livello pari a quello offerto da qualsiasi vettura di Volvo. Per garantire la giusta protezione ai passeggeri e contenere intatta la batteria in caso di urto o incidente, Volvo ha sviluppato una nuova ed esclusiva "gabbia" di sicurezza sulla XC40. In questo modo, la batteria è messa in sicurezza da una scocca costituita da un telaio di alluminio estruso e inserita al centro della struttura della carrozzeria della vettura, capace di creare una zona deformabile incorporata intorno alla batteria. Questa soluzione ha un altro punto di vantaggio, collocare la batteria nel pavimento dell'auto permette di abbassare il suo baricentro, riducendo la tendenza al ribaltamento.

La scocca non è stata rinforzata solo in posizione anteriore, ma anche in quella posteriore. Qui l'unità elettrica è stata integrata nella struttura della carrozzeria per avere una migliore ripartizione delle forze d'impatto verso l'esterno dell'abitacolo e quindi diminuire gli eventuali effetti di un impatto sulle persone a bordo dell'auto. In più sulla nuova XC40 arrivano anche una serie di soluzioni tecnologiche per migliorare la sicurezza attiva del veicolo, merito della nuova piattaforma di sistemi di assistenza alla guida ADAS (Advanced Driver Assistance System) con software sviluppato da Zenuity, la joint-venture creata da Volvo Cars e Veoneer. La nuova piattaforma ADAS è un sistema di sicurezzabasato su una serie una serie di radar, videocamere e sensori a ultrasuoni. La sua natura scalabile consente ulteriori sviluppi e ottimizzazioni del sistema e il suo impiego come base per la futura introduzione della tecnologia di guida autonoma.

  • shares
  • Mail