Wiesmann Project Jecko: il ritorno del marchio tedesco

Dopo 5 anni di assenza ritorna la sportiva neo-classica con motori BMW. Monterà un V8 'M' e sfiorerà i 320 km/h. Pronta entro il 2020


La notizia è stata confermata. Wiesmann, il marchio tedesco di auto sportive neo-classiche artigianali, è pronto al ritorno sul mercato. La rinascita del brand avverrà il prossimo anno, nel 2020, con una novità che custodirà l’essenza del brand, con tutta la sua esclusività, qualità e sportività.


Per il momento non è stata ufficializzata nessuna data specifica per l’anteprima della nuova Wiesmann, né il nome ufficiale. Per ora è infatti nota come ‘Project Gecko’, nome che fa riferimento al logo della marca. La produzione del modello di serie avverrà presso gli stabilimenti originali di Wiesmann a Dülmen, in Germania.


E sembra anche confermato che la nuova Wiesmann non deluderà le aspettative. I responsabili della marca hanno già annunciato alcune delle caratteristiche della prossima sportiva, accompagnate dai primi due tesser ufficiali.


Presentata come “degna erede” della MF5, combinerà un design distintivo con una nuova piattaforma leggera, in alluminio, e le tecnologie di ultima generazione. Sotto pelle la nuova Wiesmann rimarrà fedele ai powertrain bavaresi firmati BMW e nel suo caso lo farà un V8 a benzina da 4,4 litri di cilindrata e tecnologia TwinPower Turbo ‘M’, anche se per il momento non sono state svelate le specifiche di questo propulsore. Basti pensare, però, che sulle M5 e M8 vanta una potenza specifica di 600 e 625 CV.


Anche la trazione posteriore non verrà tradita e, secondo gli ingegneri, potrà godere dei vantaggi di una distribuzione dei pesi praticamente perfetta, 50:50. Secondo quanto dichiarato da Roheen Barry, proprietario e direttore esecutivo di Wiesmann, è stato fatto un grande lavoro ingegneristico per garantire il massimo del divertimento al volante. Con la promessa di una velocità di punta di 320 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi.

  • shares
  • Mail