Mercedes-Benz Vision Simplex Concept: gli albori della Stella in una concept futuristica

Il prototipo della Casa tedesca che riunisce le origini, il presente e il futuro del marchio di Stuttgart


Mercedes-Benz ha presentato un'inedita concept car che ha l’obiettivo di mostrare l'eredità proveniente dal più lontano passato della marca e le potenzialità del brand per il futuro. Il tutto rendendo omaggio a una leggenda dell’industria automobilistica.


Si chiama Mercedes-Benz Vision Simplex Concept ed è un prototipo dal design classico, realizzato però con le ultime tecnologie della Casa di Stuttgart. Rende omaggio alla Mercedes 35 PS, che per chi non la conoscesse fu la prima auto da corsa della storia della Stella presentata nel 1901, data in cui le primissime auto erano ancora molto vicine al concetto di carro trainato da cavalli…


Con il suo arrivo rivoluzionò il concetto di automobile e dalla sua prima apparizione sportiva alla Race Week di Nizza, quest’auto classica da corsa dominò tutte le competizioni a cui prese parte e più avanti diede vita all'esclusiva gamma Simplex di Mercedes.


Sotto alla carrozzeria di tipo berlinetta, senza tetto e con le sue grandi ruote, si nasconde un telaio carico di tecnologie di ultima generazione. Il frontale sfoggia un’enorme griglia frontale, composta da uno schermo 3D in grado di riprodurre immagini e animazioni, a testimonianza dell’era digitale che ormai si è dichiaratamente aperta nell’industria automobilistica dei giorni nostri.


Degne di nota sono anche le ruote con cerchi semi-trasparenti nella parte anteriore e neri al posteriore. La coda è dominata invece da una banda a LED che funge da stop e al posto del portabagagli c’è un’elegante e funzionale borsa in pelle.


L’abitacolo, a due posti, è estremamente minimalista, un tributo alla storia del design di Mercedes, con il volante retro e un orologio analogico, vecchia scuola, montato sulla plancia. A parte ciò, zero distrazioni. Anche se troviamo alcuni interruttori classici sulla console che ricordano gli interni d’epoca. I materiali scelti sono di alta qualità, con rifiniture in legno e pelle.

  • shares
  • Mail