Volkswagen ID.3: info e immagini dal Salone di Francoforte 2019

Dopo una lunga attesa, la Volkswagen ID.3 è stata svelata al Salone di Francoforte 2019.

La lunga attesa è finalmente finita: la Volkswagen ID.3, la prima elettrica della casa di Wolfsburg, è stata svelata al Salone di Francoforte 2019. Rappresenta la definitiva svolta verso la terza era di Volkswagen, esattamente come fecero a loro tempo il Maggiolino e la Golf.

Le caratteristiche estetiche della ID.3 sono figlie dei tratti usciti dalla matita del designer Klaus Bischoff, che ha puntato su uno stile molto dinamico e moderno, ma non eccessivamente rivoluzionario rispetto al resto della gamma Volkswagen. Il trait d'union col Maggiolino è rappresentato dall'assenza della calandra nel frontale, dove è presente solo una presa d'aria per raffreddare propulsore e pacco batterie. Poco al di sopra, troviamo moderni fari a LED uniti da una banda cromata che attraversa il nuovo logo della casa tedesca. La fiancata è caratterizzata da passaruota di grandi dimensioni che inglobano cerchi in lega da 20", mentre sul retro domina il nero lucido che si estende dallo spoiler posteriore alla sigla posta poco al di sopra del paraurti.

La nuova piattaforma MEB, il passo di 270 cm e la presenza del poco ingombrante motore elettrico, ha permesso ai tecnici di accorciare il cofano a vantaggio dello spazio disponibile all'interno dell'abitacolo e dentro al bagagliaio, che ha una capienza di 390 litri. Non male considerando i 4,26 metri di lunghezza. Stile moderno e minimalista per gli interni della ID.3, disponibili anche in "Total White" ed interamente digitalizzati per risparmiare peso. Il quadro strumenti è piuttosto contenuto nelle dimensioni, mentre il monitor touch a sbalzo del sistema di infotainment, da 10 pollici, campeggia sopra le bocchette per la ventilazione al centro della plancia. I tasti fisici sono ridotti all'essenziale: giusto quattro pulsanti a sfioramento, posti alla base del display, per richiamare le funzionalità più importanti, mentre il cambio automatico viene gestito attraverso una manopola posta sul tunnel centrale.

La Volkswagen ID.3, completamente connessa, è disponibile con tre diversi tagli di batterie che garantiscono un'autonomia dai 330 km (45 kWh) ai 550 chilometri (77 kWh), passando per l'intermedia versione con batterie da 58 kWh che garantiscono 420 km di autonomia massima, dati dichiarati secondo il ciclo WLTP.  E' compatibile con sistemi di ricarica fino a 125 kW, per ottenere in 30 minuti circa 290 km di percorrenza

L'edizione di lancio ID.3 1ST Edition è spinta da un propulsore elettrico da 150 kW (204 CV) e 310 Nm di coppia, erogati sulle ruote posteriori. La velocità massima è autolimitata a 160 km/h. L'elettrica del popolo costerà meno di 30.000 euro ed è progettata per durare, perché Volkswagen offre una garanzia di otto anni o 160.000 chilometri per la batteria della ID.3. Arriverà sul mercato nella primavera del 2020.

  • shares
  • Mail