Ferrari F8 Tributo: Mick Schumacher in pista a Fiorano [Video]

Primo test in pista a Fiorano con una "rossa" per Mick Schumacher, che si è divertito sul circuito del "cavallino rampante" al volante di una Ferrari F8 Tributo.

Mick Schumacher, figlio di Michael Schumacher, ha provato in pista a Fiorano la nuova Ferrari F8 Tributo, che lo ha felicemente impressionato. Il talentuoso figlio d'arte, attuale campione europeo di F3 e membro della Ferrari Driver Academy, sogna di guidare in gara le monoposto del "cavallino rampante", per ripercorrere le orme del padre.

In attesa che il sogno, magari si realizzi, per lui una "gustosa" esperienza con la supercar di Maranello, che gli ha permesso di sperimentarne le doti, notevolissime su tutti i fronti.

A Mick è piaciuto tanto il motore V8 biturbo, proclamato "International Engine of the Year" per quattro volte di fila. Questo propulsore lo ha colpito per grinta ed elasticità ("Puoi uscire praticamente da ogni curva in terza, mentre in genere si dovrebbe passare alla seconda"), ma anche per il sound "esplosivo".

Mick Schumacher è rimasto entusiasta del telaio della Ferrari F8 Tributo: "Sono davvero sorpreso dalla velocità con cui si è in grado di uscire da una curva senza che l'auto opponga particolare resistenza. Il quadro infonde sicurezza e si vive la bella sensazione di avere tutto sotto controllo".

Del resto stiamo parlando di una supercar di nuova generazione che celebra l'eccellenza della casa emiliana. Il suo nome rende un chiaro omaggio ad un frazionamento che negli ultimi step si è giovato di prestigiosi riconoscimenti.

La potenza del V8 biturbo di 3.9 litri tocca quota 720 cavalli, come sull'estrema 488 Pista. Il risultato è una vettura dalle prestazioni strepitose, ma al tempo stesso molto fruibili.

Il turbo lag è qui solo un ricordo, consegnato alla memoria della preistoria: la Ferrari F8 Tributo reagisce immediatamente ai comandi dell'acceleratore, con una progressione esaltante e senza soluzione di continuità. Spaziali le performance, con passaggio da 0 a 100 km/h in soli 2"9 e da 0 a 200 km/h in 7"8. La velocità massima tocca quota 340 km/h.

Sul tenore prestazionale incide positivamente la riduzione del peso, che migliora il dinamismo e la maneggevolezza, con un calo alla bilancia di 40 chilogrammi rispetto alla 488 GTB. Mick Schumacher ha apprezzato. A voi il video, con le sue sensazioni.

Fonte | Ferrari

  • shares
  • Mail