Jaguar: la nuova berlina di segmento D ha la priorità anche sul SUV

Jaguar XF 2.2 Diesel

Una berlina di segmento D in grado di rivaleggiare con la BMW Serie 3 è la più grande priorità nella road-map di Jaguar. Parola di Adrian Hallmark, global brand director. Il progetto per una berlina entry-level avrebbe priorità anche su quello di una SUV: “Anche se il mercato globale delle SUV sta crescendo – afferma Hallmark – il mercato delle berline è ancora due volte più grande di quello delle Sport Utility, specie negli USA”.

Una crossover Jaguar farebbe senz’altro più rumore a livello mediatico, ma il nostro gruppo (Jaguar-Land Rover ndr.) possiede già SUV e fuoristrada, che non costituiscono quindi la nostra priorità più importante. Certamente il profitto che un costruttore può raccogliere vendendo una SUV è superiore a quello di una berlina; ma non per questo Audi smette di costruire la A4”. Hallmark sottolinea comunque che il successo delle segmento D tedesche sia anche da attribuirsi alla capacità di Audi, BMW e Mercedes di generare dalle berline varianti coupé, cabriolet e station-wagon con una gamma di motorizzazioni molto variegata; questa flessibilità massimizza le economie di scala ed i profitti.

A tutto ciò, aggiungiamo noi, c’è la necessità che la nuova "Jaguar di Tata" riscatti il flop della vecchia X-Type, passata alla storia come la cugina viziata della Ford Mondeo, con cui condivideva il pianale e la trazione anteriore. Un’auto che, nonostante la presenza nella sua gamma di un competitivo motore turbodiesel due litri, non è mai riuscita a fare veramente breccia nel cuore degli appassionati del jaguaro, né a rubare clienti alla triade teutonica costituita da A4, Serie 3 e Classe C.

Jaguar XF 2.2 Diesel
Jaguar XF 2.2 Diesel
Jaguar XF 2.2 Diesel
Jaguar XFR-S

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: