Nuova Mazda 3: prova su strada del 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid

Prova su strada della nuova Mazda 3, totalmente rinnovata per lanciare la sfida a Volkswagen Golf ed Audi A3.

Primo modello ibrido della Casa e portabandiera dell'ultima evoluzione stilistica del Design Kodo, la nuova Mazda 3 è stata profondamente rinnovata per sfidare le agguerrite rivali del segmento C, quello delle berline di medie dimensioni. Un segmento difficile, sia per la minaccia portata dal successo dei SUV sia per la presenza nel settore di concorrenti come Volkswagen Golf ed Audi A3. Con il nuovo look, la Mazda 3 può contare su una nuova gamma di propulsori che include, in attesa del rivoluzionario SkyActiv X a benzina ad accensione spontanea, il diesel SkyActiv-D da 118 Cv e l'inedito 2.0 benzina da 122 CV con sistema mild-hybrid. Quest'ultimo è equipaggiato dalla versione protagonista della nostra prova su strada: la Mazda 3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid in allestimento Exclusive, proposta al prezzo di 27.150 euro.

Nuova Mazda 3: com'è fatta


Non cambiano le dimensioni (446 cm di lunghezza) come non cambia la sua anima di stradista piacevole da guidare, quello che cambia molto rispetto al recente passato è il look di Mazda 3. Il cofano allungato verso il basso, il passo generoso e lo sbalzo anteriore ridotto esaltano l'impostazione dinamica della media di Hiroshima. Movimento puro dall’anteriore al posteriore, esaltato dal gioco di luci e ombre in livrea Soul Red Crystal di Mazda.

Una piccola rivoluzione l'ha subita anche l'abitacolo della Mazda 3, elegante e ben rifinito, che propone una plancia sviluppata su tre livelli e rivestita in finta pelle. In quello superiore troviamo il display da 8,8" pollici ben integrato tra le linee sinuose che partono dal quadro strumenti con quadrante digitale al centro. Il sistema multimediale Mazda-Connect è stato aggiornato con una grafica più moderna ed è compatibile con Android Auto e Apple CarPlay, mentre l'impianto audio è firmato Bose. La posizione guida, regolabile elettronicamente, è piuttosto bassa e confortevole, vista la spessa imbottitura dei sedili rivestiti in pelle. Lo spazio abbonda all'anteriore, mentre dietro tre adulti possono stare un po' stretti ed i 351 litri di capacità del bagagliaio non sono da record. Inoltre, le operazioni di carico non sono agevolate dal salto di 20 cm che c'è tra il portellone ed il fondo del vano.

Tutte le versioni sono dotate di serie del sistema di monitoraggio dell'attenzione del guidatore, cerchi in lega di 16”, cruise control adattativo, fari full led, frenata automatica d’emergenza con rilevamento pedoni e ciclisti, monitoraggio dell’angolo cieco, navigatore, sistemi di mantenimento in corsia e di riconoscimento dei cartelli stradali con i limiti di velocità. L'allestimento Executive include anche l’accesso e avviamento key-less, i sensori di parcheggio anteriori e la retrocamera, mentre ed Exceed aggiunge il sistema di rilevamento di veicoli in arrivo mentre si esce dai parcheggi in retromarcia. Al top di gamma la "nostra" Exclusive, che in aggiunta propone cerchi da 18" e sedili in pelle.

Nuova Mazda 3: come va


Fluidità è la parola d'ordine della Mazda 3 motorizzata con il 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid da 122 Cv. L'accelerazione (10.4 secondi sullo 0-100 km/h) non è di quelle che ti incollano al sedile, anche se la risposta all'acceleratore è abbastanza pronta. L'erogazione è lineare, senza vuoti fino agli alti regimi, fornita dalla regolarità di funzionamento dei due motori che garantisce un'ottima elasticità. Il sistema di disattivazione dei cilindri, che avviene ad andature regolari, risulta impercettibile. A rendere la guida piacevole contribuiscono lo sterzo preciso ed il cambio manuale a sei marce, dagli innesti morbidi e gestibili da una leva che ha una corsa breve. Buono anche l'assorbimento delle asperità da parte delle sospensioni, McPherson all'anteriore e ponte torcente al posteriore. Tra le curve la Mazda 3 si trova a suo agio offrendo una buona tenuta di strada, ma soprattutto un comportamento neutro e prevedibile che difficilmente mette in difficoltà il guidatore. All'elevato livello di comfort contribuisce anche un isolamento acustico degno di una vettura da segmento superiore. Per quanto riguarda i consumi, durante il nostro test avvenuto quasi interamente su percorsi extraurbani, il computer di bordo ha segnato circa 13 km/l.

Mazda 3
7.5

Nuova Mazda 3: in sintesi


Mazda 3 rappresenta un'alternativa di qualità alle tradizionali protagoniste del segmento c. La versione motorizzata con il 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid da 122 Cv sintetizza molte delle qualità tipiche di Mazda, che privilegia la scorrevolezza e l'agilità.

Piace:


  • Cambio: rapido e piacevole

  • Insonorizzazione: di alto livello

  • Interni: eleganti e ben rifiniti


Non piace:

  • Adas: un po' invasivi

  • Visibilità lunotto posteriore

  • Baule: non agevola le operazioni di carico


Nuova Mazda 3: scheda tecnica


Dimensioni:

Lunghezza: 446 cm
Larghezza: 180 cm
Altezza: 144 cm
Passo: 273 cm
Peso in ordine di marcia: 1274 kg
Bagagliaio: 351/1019 litri
Pneumatici: 215/15 R18
Motore e trasmissione:
Cilindrata: 1998 cc
Cilindri: 4 in linea
Potenza: 122 CV - 90 Kw a 6000 giri
Coppia Max: 213 Nm a 4000 giri
Motore elettrico: 7.9 CV - 5,8 Kw
Cambio: manuale a sei rapporti
Trazione: anteriore
Prestazioni dichiarate:
Velocità max: 197 km/h
Scatto 0-100 km/h: 10.4 secondi
Consumo medio dichiarato: 19,2 Km/l

Prezzo della versione avuta in prova: 27.100 euro

  • shares
  • Mail