Mazda Skyactiv-X: il motore a benzina che funziona come un diesel

Arriva al lancio sul mercato, montato sulla Mazda 3, l'innovativo motore a benzina Skyactiv-X, la cui accensione avviene combinando la scintilla della candela con la compressione tipica dei motori a gasolio

Mazda Skyactiv-X

Se n’è parlato tanto e ora è arrivato il suo momento. Il motore Mazda Skyactiv-X approda sul mercato. Il primo modello a montare questo innovativo propulsore è la Mazda 3. Ricordiamo di cosa si tratta: è un motore a benzina la cui combustione avviene tramite compressione della miscela aria-carburante controllata da una candela. Quindi unisce i principi di funzionamento del motore a ciclo Otto (cioè quelli a benzina) e quello a ciclo Diesel.

 

Motore Mazda Skyactiv-X, come funziona


Mazda Skyactiv-X

Il motore Mazda Skyactiv-X 2.0 montato sulla Mazda 3 usa una miscela aria-benzina molto magra, dal doppio al triplo più magra rispetto ai motori convenzionali. Meno benzina, quindi minori consumi ed emissioni. Ma una miscela così povera di benzina non riuscirebbe mai ad essere innescata esclusivamente dalla scintilla proveniente dalla candela. Di conseguenza è necessario aumentare notevolmente il rapporto di compressione, come accade per i motori diesel. All’aumentare della pressione, aumenta la temperatura di aria e benzina, fino al punto dell’accensione. Tuttavia la benzina ha un alto potere detonante, molto superiore a quello del gasolio; di conseguenza un’accensione incontrollata provocherebbe danni gravi al motore. Ecco che interviene la tecnologia Skyactiv-X per controllare il tutto.

Mazda Skyactiv-X

Il processo è separato in due fasi. Inizialmente, durante l’aspirazione una serie d’iniezioni inonda la camera di scoppio con una miscela povera; successivamente, durante la compressione, viene effettuata un’altra iniezione, però di precisione: si crea una zona più ricca di benzina nebulizzata direttamente intorno alla candela; qui avviene la scintilla e s’incendia la zona locale. Ciò aumenta la pressione nella camera di scoppio, quindi s’incendia anche la miscela più magra, Il rapporto di compressione in questo processo è di 16,3:1.

Questa procedura viene utilizzata solo a carico parziale dell’acceleratore, cioè durante la guida più tranquilla, presumibilmente nella maggior parte dell’utilizzo, si stima circa nell’80% del tempo. Quando invece si vuole tutta la potenza disponibile e nelle fasi di avviamento a freddo, l’accensione avviene in modo convenzionale, utilizzando una miscela con rapporto ideale (stechiometrico) 14,7:1 e incendiandola solo tramite scintilla. Rispetto al motore convenzionale a benzina Mazda Skyactiv-G i consumi di Skyactiv-X sono inferiori del 20%. Non solo: la coppia motrice aumenta dal 10 al 30%.

  • shares
  • Mail