Mahindra XUV500: primo contatto su strada con il SUV a 7 posti

Primo contatto con il rinnovato Mahindra XUV500, il SUV a sette posti che se la cava anche in off-road.

L'economia indiana corre (+7% nel 2019) trainata dai Gruppi industriali come Mahindra, ansiosi di stupire il mondo anche nel settore automobilistico, che non è certo estraneo alle dinamiche del mercato globale. Non sorprende quindi che il modello portabandiera del Gruppo Indiano, Mahindra XUV500, sia arrivato già al terzo restyling da quando è sbarcato in Europa nel 2012, per allinearsi ai sempre più elevati standard richiesti dai clienti del vecchio continente. Il SUV a sette posti, assieme a KUV100 e GOA Pik-up, è uno dei tasselli di una gamma destinata ad allargarsi annualmente da qui al 2023. XUV500 è disponibile a due o quattro ruote motrici nell'unica motorizzazione 2.2 TD da 140 cavalli, abbinata al cambio manuale a sei marce. E' declinato in tre allestimenti, con prezzi che oscillano dai 21.250 euro per la versione d'ingresso W6, fino ai 27.690 euro necessari per acquistare la versione 4WD nel più ricco allestimento W10. Fino a dicembre XUV500 è disponibile in offerta lancio che parte dai 19.990 euro per l'allestimento W6 fino ai 26.640 euro per il W10.

Mahindra XUV500: com'è fatto


Anche se le sue linee sono rimaste pressoché invariate rispetto alla versione pre-restyling, il look di Mahindra XUV500 è stato aggiornato con una nuova mascherina frontale che ha sostituito le bande verticali con piccoli tasselli cromati orizzontali. Ai suoi lati troviamo i nuovi gruppi ottici a doppia parabola con luci diurne a LED multifunzione, sempre incorniciati da cromature presenti anche ai margini della piastra protettiva nella parte inferiore del paraurti. Anche il retro è stato oggetto di modifiche con il nuovo portellone ed i gruppi ottici ridisegnati ora sviluppati anche in orizzontale, come nuovo è anche lo spoiler che si estende alla fine del tetto. Sul profilo laterale spiccano gli aggressivi cerchi in lega da 18" nero opaco.

Gli interni puntano molto alla sostanza con nuovi materiali che impreziosiscono l'insieme, anche se al primo impatto colpisce l'impostazione un po' retrò data essenzialmente dai tanti pulsanti sparsi sotto il monitor da 7" del sistema d'infotainment. Questo include navigatore, la compatibilità con Android Auto e  la telecamera posteriore. La seduta sui sedili in pelle è molto confortevole, mentre lo spazio per i passeggeri, in particolar modo per le gambe, è da vertici della categoria. Passeggeri che nelle lunghe percorrenze possono svagarsi anche con i monitor integrati nei poggiatesta anteriori inclusi nell'Entertainment Pack. A differenza di altri SUV a sette posti, lo spazio nell'ultima fila di sedili è adatto anche per due adulti. Non ne risente la capacità del bagagliaio, che tocca i 400 litri con gli schienali in posizione d'uso, per arrivare a 750 abbassando l'ultima fila, fino ai 1.500 litri con tutti gli schienali abbassati.

Mahindra XUV500: come va


Il restyling ha dato modo ai tecnici di Mahindra di lavorare anche sul motore a gasolio 2.2 TD da 140 CV presente sotto il cofano di XUV500, ora più fluido nell'erogazione e meno brusco nei cambi di marcia. I 330 Nm di coppia sono disponibili da 1.600 a 2.800 giri, per arrivare ad esaurirsi attorno ai 4.000 giri. Il circuito di Franciacorta dove abbiamo messo alla prova il XUV500 non è certo lo scenario ideale per testare quanto di meglio sa offrire il SUV indiano, dall'indole decisamente votata al comfort. Tra i cordoli emerge infatti un marcato rollio e uno sterzo dall'impostazione decisamente fuoristradistica. Sono però apprezzabili il tiro del motore e la frenata sicura, anche per merito della corretta taratura dell’Esp.

L'assetto è caratterizzato da sospensioni a geometria MacPherson all’anteriore, mentre sul retrotreno è presente un sistema multilink con barra stabilizzatrice. Le cose vanno decisamente meglio nel tracciato off road allestito ai margini del tracciato, dove il XUV500 sfoggia una buona motricità e un'altezza da terra che permette di superare ostacoli impegnativi. Nel dettaglio, l’angolo d’attacco è pari a 28 gradi, quello di uscita è di 23 gradi, mentre quello di dosso è di 21 gradi. Discese e salite, anche ripide, non sono un problema grazie alla presenza dei sistemi di assistenza, che mantengono costante la velocità anche su fondi scivolosi. Su tutte le versioni sono di serie il sistema di assistenza al parcheggio con sensori posteriori, i fari aggiuntivi per la visione laterale in curva, sistema audio integrato MP3, iPod e presa USB,  connessione Bluetooth, il vano portaoggetti climatizzato e sistema di climatizzazione a zone per avere la massima efficienza anche nella terza fila di sedili.

Primo contatto
6

Mahindra XUV500: in sintesi


Il prezzo è il valore aggiunto di questo SUV sette posti piuttosto ricco nelle dotazioni e decisamente votato al comfort. A ciò si aggiunge la garanzia per 5 anni o 100.000 chilometri, che include l'assistenza stradale.

Pro:


  • Prezzo d'acquisto

  • Comfort di marcia

  • Robustezza


Contro:

  • Dinamismo: non è progettato per andare forte

  • Insonorizzazione: migliorabile

  • Ergonomia: molti i tasti fisici


Mahindra XUV500 AWD: scheda tecnica


Dimensioni:

Lunghezza: 4585 mm
Larghezza: 1890 mm
Altezza: 1785 mm
Passo: 2700 mm
Massa: 2500 Kg
Bagagliaio: 400/1500 litri
Motore e trasmissione:
Alimentazione: gasolio
N. Cilindri: 4 in linea
Cilindrata: 2179 cc
Potenza: 140 CV - 103 kw
Coppia Max: 330 Nm tra 1600 e 2800 giri
Trazione: anteriore
Cambio: manuale a 6 rapporti
Omologazione: Euro 6 d-temp
Velocità max: ND
Accelerazione 0-100 Km/h: ND
Consumo medio dichiarato: 8.9 l/100 km

Prezzo: a partire da 19.990 euro.

  • shares
  • Mail