Fiat 500: concluso il 36° Meeting Internazionale

Ben 920 i partecipanti in rappresentanza di 11 nazioni...

Terminata nella giornata di ieri la la 36ª edizione del Meeting Internazionale Fiat 500 di Garlenda (SV), l’evento clou organizzato dal Fiat 500 Club Italia. Ben 920 i partecipanti in rappresentanza di 11 nazioni. Oltre all’Italia erano presenti equipaggi provenienti dalla Francia, dalla Germania, dal Belgio, dall’Olanda, dalla Repubblica Ceca, dalla Gran Bretagna, dalla Spagna, dalla Svizzera, dall’Austria e dall’Irlanda, quest’ultima ospite d’onore 2019.

Il Meeting si è svolto nell’arco di tre giornate, da venerdì 5 a domenica 7 luglio, ed è stato preceduto da un lungo prologo battezzato “Aspettando il Meeting”, che a partire da lunedì 1° luglio ha previsto gite, degustazioni ed intrattenimenti vari per i cinquecentisti.

Un fine settimana all’insegna della mitica auto con le vetture che hanno percorso centinaia di chilometri su e giù lungo le strade tra costa ed entroterra toccando numerose località alla scoperta di paesaggi e sapori, in particolare: Albenga, Arnasco, Ortovero, Andora, Laigueglia, Villanova d’Albenga, Leverone di Borghetto d’Arroscia.

Come dichiarato dal Direttore del Meeting Alessandro Scarpa:

“La fortuna di un evento come questo, e che è alla base del successo del Fiat 500 Club Italia, va ricercata nella capacità di coinvolgere intere famiglie, uomini e donne, anziani e giovani, in una vera esperienza emozionale che supera l'ambito del motorismo storico.”

La Fiat 500 è molto più di un mezzo di trasporto, parliamo di un’auto che ha avuto un'importanza fondamentale nella società italiana degli anni sessanta e settanta, tanto che oggi è riconosciuta come una vera e propria icona. Un'utilitaria “trasversale”, che piace e continua a piacere a più di una generazione e reca con sé sempre il sapore della novità.

  • shares
  • Mail