Guida autonoma: Daimler e BMW siglano partnership per il livello 4

BMW e Daimler siglano la santa alleanza sulla guida autonoma con l'obbiettivo di sviluppare auto altamente automatizzate da lanciare sul mercato entro il 2024.

Guida autonoma daimler bmw partnership

I Gruppi Daimler e BMW hanno siglato una partnership sulla guida autonoma, con l'obbiettivo di sviluppare veicoli altamente automatizzati di livello 4. Al momento non esistono sul mercato auto che raggiungono questo livello di automazione, che consente gli spostamenti in totale autonomia in quasi tutti gli scenari, lasciando al guidatore la possibilità di riprendere i comandi solamente in casi particolarmente complicati. Il quarto è il penultimo livello di automazione, mentre il livello 5, l'ultimo, non prevede la presenza di comandi fisici per il controllo dell'auto quali volante o pedaliera.

Nel dettaglio, l'obiettivo dei due Gruppi prevede il lancio entro il 2024 di veicoli in grado di muoversi autonomamente in sia in autostrada sia nel compiere manovre di parcheggio nei centri urbani. Questo è solo l'inizio, visto che Daimler e BMW hanno intenzione di estendere la loro cooperazione per raggiungere un livello di automazione altamente efficace anche nei centri urbani.

L'accordo prevede la creazione di una piattaforma "scalabile" per la guida autonoma e un centro comune per l'archiviazione e l'elaborazione dei dati e lo sviluppo di software dedicati. La partnership non sarà esclusiva viste le collaborazioni già in essere dei due Gruppi nel campo dei veicoli autonomi e coinvolgerà oltre 1.200 specialisti di sviluppo tra Stoccarda e Monaco di Baviera. Inoltre, i due costruttori tedeschi hanno annunciato la pubblicazione martedì di un libro bianco per la sicurezza nella guida autonoma che coinvolge anche i gruppi automobilistici Fiat Chrysler e Volkswagen, i marchi di componentistica Aptiv e Continental e le società tecnologiche Here, Infineon, Intel e Baidu.

  • shares
  • Mail