Audi S8 2019: potenza tecnologica

Prime informazioni sulla nuova Audi S8. Il motore V8 4.0 biturbo diventa mild hybrid. Sospensioni attive predittive di serie e telaio a quattro ruote sterzanti. Ben 38 sistemi di assistenza alla guida

Audi S8 2019

Successivamente all’introduzione nel 2018 della A8 di nuova generazione, sta per arrivare il momento della sua versione ad alte prestazioni, parliamo di Audi S8 2019. La casa tedesca ha diffuso le prime informazioni e immagini in attesa dell’arrivo sul mercato, previsto per il terzo trimestre. Il cuore del sistema è sempre il motore a benzina V8 4.0 TFSI biturbo, al quale è stata aggiunta l’assistenza mild hybrid.

 

Audi S8 2019, il motore


Audi S8 2019

La potenza erogata dal motore V8 4.0 TFSI biturbo arriva a 571 cavalli con la bellezza di 800 Newton metri di coppia massima. Per contenere i consumi e le emissioni, questo propulsore dispone della tecnologia di disattivazione parziale dei cilindri quando è richiesta poca potenza. Inoltre ora si aggiunge il gruppo mild hybrid con alternatore e starter alimentati da una batteria a 48 volt; l’accumulatore è ricaricato attraverso il recupero di energia cinetica dalle decelerazioni. La casa stima una riduzione dei consumi di 0,8 litri ogni 100 Km. Non sono ancora state comunicate informazioni su prestazioni e consumi, se non la ovvia velocità massima limitata elettronicamente a 250 Km/h. Tutta la potenza è scaricata a terra tramite la trazione integrale quattro, dotata di differenziale posteriore sportivo.

 

Le sospensioni della nuova Audi S8


Audi S8 2019

La nuova Audi S8 monta di serie le sospensioni attive predittive, abbinate alle molle pneumatiche adattive. Analizzando i dati raccolti dalla telecamera anteriore sul fondo stradale, il sistema è in grado di stabilire in anticipo la migliore regolazione per ogni singola ruota. In questo modo rollio e beccheggio vengono ridotti al minimo, garantendo sia il massimo comfort che la migliore tenuta. Nelle curve, per compensare gli effetti delle accelerazioni laterali sui passeggeri, il corpo vettura s’inclina dal lato opposto fino a 3 gradi. Quando è selezionato il programma sportivo Dynamic, in cui la taratura delle sospensioni è più rigida, il rollio massimo in curva viene limitato a 2,5 gradi, contro i 5 della configurazione standard. Inoltre, per facilitare l’accesso all’abitacolo, a vettura ferma l’assetto si alza di 50 millimetri quando si azionano le maniglie delle portiere. Infine, la S8 dispone dello sterzo integrale dinamico; significa che anche le ruote posteriori sono sterzanti. Optional i freni carboceramici.

 

Audi S8 2019, design e interni


Audi S8 2019

La sportività dell’Audi S8 è sottolineata esternamente dalle cromature sulla grande griglia centrale e intorno a paraurti e minigonne, oltre che dai terminali di scarico sdoppiati e alle pinze dei freni verniciate di rosso. Optional il pacchetto look nero. Cerchi da 21 pollici. L’auto è lunga 5,17 metri. Disponibili a richiesta i fari a matrice di LED con luce laser e i fanali posterioi OLED. Per quanto riguarda gli interni, spiccato gli inserti in carbonio ad effetto tridimensionale, esclusivi per la S8. I sedili (a regolazione elettrica, riscaldati, ventilati e con funzione massaggio) possono essere rivestiti in pelle pregiata Valcona e Unikat.

 

Assistenza alla guida e connettività di Audi S8


La nuova Audi S8 dispone di 38 sistemi di assistenza alla guida. L’Adaptive Cruise Assist controlla longitudinalmente e trasversalmente il veicolo nelle situazioni di guida in colonna, aiutando il conducente a gestire accelerazioni e frenate, così come il mantenimento di velocità e distanza, riconoscendo la segnaletica orizzontale e i veicoli lungo le corsie adiacenti, olre a quello che precede. Esso è in grado anche di ridurre la velocità prima di curve, svolte e rotatorie.

Il sistema Audi Pre Sense Side aggiunge il monitoraggio sui lati della vettura, oltre a quello anteriore e posteriore, per rilevare il rischio imminente di una collisione; in questi casi la carrozzeria viene sollevata immediatamente di 80 millimetri, per esporre la vettura all’impatto in una zona ancora più resistente. Questo sistema, insieme alla deformazione della cellula dell’abitacolo, riduce le sollecitazioni sugli occupanti del veicolo fino al 50% rispetto ad un impatto laterale senza sollevamento del telaio.

Per quanto riguarda la connettività, oltre alle funzioni già note del sistema MMI Plus, ora si aggiunge l’assistente vocale Amazon Alexa, basato su servizi cloud.

  • shares
  • Mail