GP Canada, penalità Vettel: non ammissibili le prove della Ferrari

Al termine della seconda sessione di prove libere è arrivata la notizia dell'archiviazione del caso di Montreal sulla penalità a Vettel.

Formula 1 penalità Vettel

Giornata nera per le Rosse a Le Castellet: al termine della seconda sessione di prove libere del GP di Francia, dominata dalle Mercedes come la prima sessione mattutina, è arrivata la notizia dell'inammissibilità delle prove portate dalla Ferrari per chiedere la revisione della penalità comminata a Vettel nel GP del Canada.

L'ordine di arrivo della gara canadese rimane dunque immutato. In Francia, capitanati da Emanuele Pirro, sono arrivati gli stessi commissari del GP del Canada per valutare le nuove prove fornite dalla Scuderia di Maranello. In mattinata il Direttore Sportivo della Ferrari Laurent Mekies le aveva definite "piuttosto schiaccianti per dimostrare che Seb non ha violato alcun regolamento". Non sono stati dello stesso avviso i commissari chiamati a rivedere la loro decisione, che hanno definito le nuove prove "non significative. Il procedimento è da considerare archiviato."

Ironia della sorte, durante l'odierna seconda sessione di prove libere del GP di Francia, Lewis Hamilton è uscito di pista dopo aver tagliato una chicane e, rientrando, ha ostacolato Verstappen che è stato costretto ad allargare la traiettoria finendo fuori pista. Il campione del mondo in carica è attualmente sotto investigazione. Multa, penalità o semplice reprimenda, qualunque decisione dei commissari continuerà ad alimentare le discussioni, c'è da scommetterci.

GP Francia 2019: classifica FP2



GP Francia 2019: classifica FP1


 


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail