Auto elettriche: Mazda, la prima arriverà nel 2020

Elettriche e ibride plug-in accanto ai motori convenzionali. Ruolo centrale per il propulsore Skyactiv-X a benzina con accensione candela/compressione

Mazda

Non si può prescindere dalle auto elettriche, in Europa come negli altri maggiori mercati. Quindi anche Mazda si sta preparando a lanciare il suo primo veicolo a batterie, il quale uscirà nel 2020. Lo ha confermato l’amministratore delegato della casa giapponese, Akira Marumoto, parlando con Automotive News Europe. Ma la strategia non si ferma qui.

 

Mazda, auto elettriche e ibride accanto al motore Skyactiv-X


Mazda

Le norme stabilite dall’Unione europea impongono dal 2021 un limite di emissioni di CO2 per flotta di 95 g/Km. Significa che l’intero parco veicoli che ogni marca vende nel territorio UE non potrà superare quel valore, pena salatissime multe. Oggi siamo mediamente intorno ai 135-140 grammi. L’abbassamento è enorme. I soli interventi di ottimizzazione dei motori endotermici non sono sufficienti, da qui la necessità per ogni costruttore d’immettere nella gamma modelli con un grado più o meno elevato di elettrificazione. Soluzione resa ancora più inevitabile dal fatto che, oggi e per ancora chissà quanti anni, la forma di carrozzeria più venduta è quella del SUV, cioè un veicolo intrinsecamente portato a consumare più energia a parità di potenza, perché più pesante e meno aerodinamico.

Per quanto riguarda Mazda, l’azione si baserà su tre pilastri. Innanzitutto l'immissione graduale, che partirà nell’autunno del 2019, del motore Skyactiv-X a benzina con tecnologia di accensione combinata candela/compressione; unendo le migliori caratteristiche del ciclo Otto e del ciclo Diesel, la riduzione dei consumi (e quindi delle emissioni) può arrivare fino al 30% rispetto al motore convenzionale a benzina Skyactiv-G, a fronte di un aumento della coppia dal 10% al 30%. La Mazda3 sarà il primo modello a ricevere questo propulsore. Una tecnologia che, come Marumoto ha spiegato ad Automotive News, potrà essere usata anche per la nuova generazione di motori diesel.

Nel 2020 quindi arriverà la prima auto elettrica della Mazda. Non sono noti dettagli, se non il fatto che si tratterà di un modello completamente nuovo, non l'adattamento di uno esistente. Veicolo sviluppato interamente dalla Mazda, quindi non proveniente dal progetto congiunto con Toyota e Denso, che riguarderà la futura architettura per le auto elettriche.

Il terzo elemento della strategia giapponese riguarderà le auto ibride. Ciò avverrà nel 2021 o 2022 con l’immissione sul mercato di modelli ibridi plug-in. Parallelamente al continuo lavoro di affinamento sui motori diesel, ai quali Marumoto attribuisce un ruolo primario per ancora molti anni sui SUV e le grandi berline, in accoppiamento ad un motore elettrico.

  • shares
  • Mail