Alfa Romeo Giulietta Spider all'asta da Bonhams al Castello di Chantilly

Chi ama le auto storiche scoperte non può non vivere un'ammirazione speciale per l'Alfa Romeo Giulietta Spider, che incarna la magia della specie. Presto un esemplare all'asta.

Un'Alfa Romeo Giulietta Spider sarà messa all'asta da Bonhams al Castello di Chantilly, in Francia, dove il 30 giugno prossimo stuzzicherà le tentazioni di acquisto dei potenziali acquirenti. Le stime della vigilia ballano da 60 mila a 80 mila euro, ma la competizione fra i collezionisti potrebbe alzare l'asticella del prezzo di aggiudicazione.

L'esemplare messo all'incanto (serie 101), restaurato professionalmente nel 2015, offre motore e carrozzeria completamente rifatti. Anche gli interni sono stati rinnovati, per consegnare un'immagine generale pari al nuovo. Descritta come in ottime condizioni generali e perfettamente funzionante, quest'auto storica può risultare una bella opportunità per chi può permettersela.

Progettata e costruita da Pininfarina, l'Alfa Romeo Giulietta Spider ha fatto sognare milioni di persone, portando in un segmento più basso la raffinatezza, il fascino e la ricercatezza meccanica delle vetture di classe superiore. Luminosi i suoi impieghi nel cinema e nello sport.

Il merito della nascita va all'importatore americano Max Hoffman, che cogliendo il potenziale di mercato delle auto sportive scoperte, chiese alla casa madre di assecondarlo, impegnandosi ad acquistare 2500 esemplari della versione spider.

Il successo non tardò ad arrivare, spingendo l'azienda del biscione a cavalcare l'onda, con grande giovamento anche sul fronte dell'immagine. Lo stile Pininfarina porta la firma di Franco Martinengo, che sviluppò delle linee seducenti, destinate a fissarsi per sempre nella storia del marchio milanese e, più in generale, del comparto automobilistico.

Il motore a quattro cilindri in linea longitudinale da 1.290 cm³ di cilindrata erogava 65 CV di potenza (80 CV dal 1958). La trazione era posteriore, per il massimo divertimento di guida, a condizione di saperci fare, ma le emozioni più grandi non sono quelle legate all'uso estremo. Con l'Alfa Romeo Giulietta Spider il miglior ritorno emotivo si ha viaggiando in luoghi glamour come il lungomare di Cannes oppure sulle strade della Dolce Vita.

La versione "base" raggiungeva i 165 km/h, passando da 0 a 100 km/h in 15"7 (scesi a 14"8 nello step del 1959), mentre la più muscolosa "Veloce" toccava i 180 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 11": prestazioni che ne facevano un punto di riferimento nello specifico segmento di mercato.

Foto | Bonhams

  • shares
  • Mail