Auto elettriche: Jaguar e BMW insieme per sviluppare nuove tecnologie

I due marchi uniranno gli sforzi per sviluppare nuove soluzioni relative alla mobilità elettrica, sfruttando la tecnologia eDrive di quinta generazione di BMW. Questa collaborazione si è resa necessaria per affrontare consapevolmente le future sfide del mondo dell'automobile, che sembra ormai destinato ad abbondare inevitabilmente il motore a scoppio

Mobilità digitale

Sembra che la tendenza del mondo dell'automobile nel prossimo futuro sia l'unione e la condivisione di risorse e strategie tra marchi un tempo concorrenti e pronti a darsi battaglia. L'ultima in ordine di tempo riguarda BMW e il gruppo Jaguar Land Rover, i quali hanno recentemente annunciato un accordo di collaborazione per sviluppare nuove soluzioni di mobilità.

La sfida epocale del passaggio da motore a scoppio a energia elettrica non può essere affrontata singolarmente da ogni società: le risorse, gli investimenti e il tempo necessari sono insostenibili per qualsiasi marchio automobilistico. L'unione di forze appare quindi l'unica soluzione plausibile per risolvere consapevolmente una questione che si fa sempre più spinosa.

Il gruppo tedesco e quello inglese metteranno in gioco le proprie conoscenze e abilità, riducendo i costi e sviluppando nuove tecnologie per auto elettriche, proponendo sul mercato soluzioni all'avanguardia, in breve tempo e a un prezzo ragionevole. Il centro di sviluppo avrà sede a Monaco di Baviera e si baserà sullo studio della quinta generazione del sistema eDrive di BMW, un sistema di propulsione che sfrutta l'energia prodotta da motori elettrici e che debutterà sulla prossima iX3.

I risultati di questi sforzi congiunti troveranno poi concreta applicazione sui futuri modelli a zero emissioni dei due brand. Entrambe le aziende hanno già proposto sul mercato modelli alimentati ad energia elettrica: BMW nel 2013 con i3, Jaguar più recentemente con il SUV I-Pace. A listino non mancano poi diversi modelli ibridi plug-in.

  • shares
  • Mail