Lamborghini: Mansory trasforma la Urus in Venatus

Il tuner Mansory ha messo le mani sulla già estrema Lamborghini Urus riuscendo a renderla ancora più vistosa ed eslusiva. La fibra di carbonio è stata utilizzata per arricchire la carrozzeria, così come lo scarico sportivo impreziosisce ulteriormente la melodia del V8 biturbo che resta inalterato, per ora, dato che un kit di potenziamento potrebbe arrivare molto presto

Mansory è un elaboratore famose per rendere le automobili ancora più estreme di quanto già non lo siano. L'ultima creazione del brand coinvolge la Urus di Lamborghini, diventata Venatus. Dalle foto è possibile notare il largo utilizzo della fibra di carbonio, utilizzata per rivestire praticamente tutta la carrozzeria, scolpendo ulteriormente le muscolose linee.

Parafanghi, cofano,  tetto, spoiler posteriore e cofano motore sono realizzati nel nobile materiale, che ritroviamo anche negli interni: paddle e battitacco delle porte. Ad impreziosire ulteriormente il suono del V8 biturbo, l'introduzione di un nuovo sistema di scarico sportivo.

Il propulsore, tuttavia, resta ancorato ai 650 CV di potenza, per ora, dato che Mansory sembra al lavoro su di un pacchetto capace di aumentare le prestazioni del SUV di Sant'Agata. Per i più narcisisti, tra gli optional sono previsti degli enormi cerchi in lega da 24", in alternativa ai più "sobri" da 22".

 

  • shares
  • Mail