Maserati dal 2022 non acquisterà più i motori Ferrari

Niente più propulsori del Cavallino sulle Maserati, lo ha confermato l'ad del Cavallino Rampante, Camilleri

Maserati dice addio ai motori Ferrari. Dal 2022 la partnership tra i due marchi, legata alla fornitura di motori da parte del Cavallino Rampante, si chiuderà. Lo ha confermato Louis Camilleri, ad Ferrari, in occasione della conferenza stampa di presentazione dei risultati dell'ultimo trimestre.

Dunque, la Casa del Tridente non acquisterà più i motori da Ferrari, abbandonando un accordo che negli ultimi anni ha portato su Ghibli, Quattroporte, Levante e Granturismo i celebri motori V6 e V8 con cilindrate comprese tra i 3.0 e i 4.7 litri. Non è ancora chiara quale sarà la strategia che vorrà intraprendere Maserati, ma di sicuro in qualche direzione i vertici si staranno già muovendo: o magari pensando di costruire i motori internamente o cercando nuove partnership.

Quest'ultima ipotesi potrebbe considerarsi una valida alternativa quantomeno in funzione del fatto che Maserati probabilmente sposerà la nuova mobilità e l'elettrificazione e in tal senso, per equipaggiare le auto con motori ibridi ed elettrici, una nuova partnership potrebbe rivelarsi una scelta strategica. Per ora si tratta comunque di ipotesi, dovremo aspettare i prossimi mesi per capire quale sarà il piano futuro del brand.

  • shares
  • Mail