Kia Sportage, da oggi anche con l'ibrido diesel

Il SUV best-seller del marchio accoglie in gamma il Mild-Hybrid sul 1.6 da 115 e 136 CV

La gamma della Kia Sportage si impreziosisce con l'arrivo sul mercato (nei prossimi giorni) dei nuovi motori ibridi pensati per migliorare il piacere di guida e contestualmente ridurre le emissioni di Co2 e i consumi. In particolare il SUV best seller del marchio accoglie la nuova piattaforma MHEV basata su un motore 1.6 diesel da 115 (e 280 Nm) e 136 CV (e 320 Nm) abbinato sia al cambio manuale che all'automatico DCT a 7 rapporti, e sia alla trazione anteriore che all'integrale.

Parliamo del sistema Mild-Hybrid semplice a facile da installare, senza necessariamente rivoluzionare l'architettura dei veicoli esistenti. La batteria da 48 Volt trova infatti spazio sotto il piano del bagagliaio (senza impattare sulle capacità di carico) e grazie al convertitore DC/AC si integra perfettamente con l'impianto elettrico dell'auto, consentendo anche una significativa riduzione delle dimensioni della normale batteria da 12 Volt, dedicata ai sistemi ausiliari di bordo. Stesso discorso vale anche per il motorino di avviamento della vettura, che cala nelle dimensioni in virtù del fatto che è il sistema a 48 Volt a provvedere ad avviare il motore nella maggior parte dei casi (fatto salvo condizioni particolari come temperature particolarmente basse).

Dal punto di vista meccanico il generatore MHSG (Mild-Hybrid Start-Generator) è azionato direttamente dall'albero a gomiti tramite una cinghia e non richiede alcuna modifica alla disposizione originaria dei componenti nel vano motore. In fase di accelerazione, l’MHSG fornisce una potenza elettrica di 10KW a supporto del motore termico, riducendo il carico motore e di conseguenza consumi ed emissioni.

Nello specifico, le emissioni di CO2 del nuovo propulsore MHEV si riducono infatti fino al 4% coi nuovi test WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) e fino al 7% con i precedenti test di laboratorio NEDC, (New European Driving Cycle): sono dunque pari a 110/130 g/km (dati min/max combinati secondo i test WLTP). A contribuire ulteriormente nell’abbattimento delle emissioni ci pensano, infine, i nuovi filtri SCR (Selective Catalytic Reduction) attivi contro gli NOx e capaci di garantire il pieno rispetto delle nuove normative Europee E6D temp.

  • shares
  • Mail