Toyota Yaris: la nuova generazione in sviluppo al Nurburgring?

Le immagini qui pubblicate mostrano quella che sembra essere una Toyota Yaris camuffata eseguire alcuni test sulla celebre pista tedesca del Nurburgring. Tuttavia, non é possibile ancora definire con chiarezza di quale modello si tratti, la base sembra appartenere si ad una Yaris, ma sono ben pochi gli elementi che lascerebbero supporre si tratti proprio della nuova generazione della piccola giapponese. A cominciare dalla livrea con colori Gazoo Racing, passando per i cerchi di generose dimensioni

L'apparenza, a volte, inganna, e questo vale tante per le persone quanto per le automobili. Sopratutto, quando Toyota decide di testare sul Nurburgring quella che a un primo sguardo appare essere proprio un nuovo modello di Yaris. Come é possibile notare dalle nostre immagini, infatti, tra i 21 KM circa dell'inferno verde, il marchio giapponese ha voluto testare un veicolo che presentava caratteristiche molto simili alla nota city car.

Sono molte, nonostante ciò, le incertezze, a cominciare dai colori della livrea provvisoria che mascherava le fattezze della vettura: si tratti dell'inconfondibile tema che caratterizza i veicoli curati dal reparto Gazoo Racing, come abbiamo potuto notare nei mesi scorsi con i muletti della Supra. Tuttavia, la Yaris GRMN é stata resa disponibile solo un anno fa, ed é quindi molto improbabile che un ulteriore aggiornamento possa vedere presto la luce. O almeno non per questa generazione, sul mercato ormai dal 2011.

Ad impreziosire, e confondere, ulteriormente questo prototipo, la presenza di cerchi in lega di dimensioni molto generose, e i passaruota e le carreggiate molto allargati rispetto alla versione di serie. Questo dettaglio, in particolare, farebbe supporre che sotto la carrozzeria si trovi la piattaforma TNGA, la stessa utilizzata dalla nuova Corolla.

Toyota potrebbe quindi aver deciso di svolgere alcuni test su strada per valutare la fattibilità di realizzare la nuova Yaris sfruttando, con le dovute modifiche, la loro nuova architettura per automobili. Per vedere comunque la nuova generazione dell'utilitaria di successo del marchio giapponese, dovremmo ancora aspettare parecchio tempo, forse addirittura fino al 2021.

  • shares
  • Mail