Citroen C5: il ritorno previsto nel 2021

In arrivo la terza generazione della berlina Citroen C5, disponibile anche nella versione ibrida Plug-In.

Citroen C5 2015


Al prossimo Salone di Parigi, in programma nel mese di ottobre del 2020, sarà svelata la nuova Citroen C5. Destinata al mercato europeo, dove debutterà nel 2021 al prezzo base di circa 30.000 euro, ma soprattutto al mercato cinese, la terza generazione della berlina francese a tre volumi sarà lunga all'incirca 490 centimetri e avrà la carrozzeria a quattro porte.

Inoltre, la nuova Citroen C5 condividerà la piattaforma modulare EMP2 con la Peugeot 508, nonché le sospensioni PHC a smorzamento idraulico progressivo con i modelli C4 Cactus e C5 Aircross. Tuttavia, non dovrebbe essere riproposta nella variante station wagon Tourer, tanto meno nella configurazione CrossTourer con lo stile da SUV. La dotazione di serie, invece, sarà completa di strumentazione digitale, display touch screen, climatizzatore automatico bizona e sedili riscaldabili sin dall'allestimento base.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la terza generazione della Citroen C5 sarà disponibile con il propulsore a benzina 1.6 PureTech Turbo nelle versioni da 180 CV e 225 CV di potenza, affiancato dalle unità diesel 1.5 BlueHDi da 130 CV di potenza e 2.0 BlueHDi da 160 CV o 180 CV di potenza.

Infine, la gamma della nuova generazione della Citroen C5 comprenderà anche l'inedita versione ibrida Plug-In da 225 CV di potenza complessiva, grazie all'abbinamento tra il motore a benzina 1.6 PureTech da 180 CV e il propulsore elettrico. Quest'ultimo, grazie al pacco batterie agli ioni di litio ricaricabili in 6,5 ore o 1,5 ore con Wallbox, consentirà di percorrere fino a 40 km di autonomia in modalità 'zero emissioni'.

  • shares
  • Mail