Mercedes AMG GT: il fulmine si rinnova

La coupè e la spider ad alte prestazioni della stella si rinnovano migliorando la dinamica di guida e aggiornando la tecnologia. Arriva anche l'edizione limitata AMG GT R Pro, corsaiola al massimo

La supersportiva Mercedes AMG GT si aggiorna, affinando il comportamento stradale ed evidenziando qualche ritocco al design. Alla famosa coupé della stella, così come alla sorella Roadster (cioè la versione spider), si affianca un'edizione limitata chiamata Mercedes AMG GT R Pro.

 

Mercedes AMG GT, le novità


Il leggero restyling della Mercedes AMG GT Coupé e Roadster mostra nuovi fari e luci posteriori, così come uno stile aggiornato sulle mascherine e qualche lieve differenza ai terminali di scarico. I fari a LED High Performance derivano dalla GT Coupé 4 (il modello a quattro porte); le fibre ottiche a forma d'arco racchiudono le funzioni di luci diurne, di posizione e indicatori di direzione. Per quanto riguarda gli interni, l'infotainment è stato completamente aggiornato, nel segno della connettività. Il quadro strumenti digitale è composto da un display da 12,3 pollici, mentre lo schermo multimediale al centro ha una diagonale di 10,25 pollici. Il cruscotto offre tre stili di visualizzazione specifici AMG: Classico, Sportivo o Supersportivo. Quest'ultimo mostra diverse informazioni supplementari, ad esempio il suggerimento di passare alla marcia superiore quando il cambio è in modalità manuale.

Il motore è sempre il V8 4.0 biturbo AMG. Potenza, coppia e prestazioni: 476 cavalli e 630 Nm nella versione GT "base", 4 secondi nell'accelerazione 0-100 e velocità massima 304 Km/h (302 per la Roadster); 522 cavalli e 670 Nm nella GT S, 3,8 secondi e 310 Km/h (308); 557 cavalli e 680 Nm nella GT C, 3,7 secondi e 317 Km/h (316). La coppia massima è erogata fra 1.900 e 5.000 giri per base ed S, mentre è tra 2.100 e 5.500 giri sulla GT C.

Il comportamento di marcia può essere variato tramite il Dynamic Select AMG che dispone dei programmi di guida Slippery, Comfort, Sport, Sport+, Race e Individual. Vengono regolati parametri importanti come il tempo di risposta di motore e cambio, lo sterzo, gli ammortizzatori o il suono del motore. Inoltre la funzione AMG Dynamics amplia il campo d'intervento dell'ESP, ottimizzando il comportamento della vettura nelle accelerazioni trasversali, fornendo migliore trazione e minori reazioni ai trasferimenti di carico.

 

Mercedes AMG GT R Pro, strizza l'occhio alle corse


La dinamica di marcia dell'edizione limitata Mercedes AMG GT R Pro si avvicina ancora di più al mondo delle competizioni, infatti molte soluzioni sono derivate direttamente dalle vetture che partecipano ai campionati in classe GT3 e GT4. Il nuovo assetto è regolabile con ammortizzatori a ghiera; si possono scegliere, oltre all'assetto di base, anche estensione e compressione degli ammortizzatori. I cuscinetti snodati Uniball, utilizzati dalla GT R per i bracci trasversali inferiori dell'asse posteriore, nella GT R Pro sono disponibili anche sui bracci trasversali superiori, comportando vantaggi in termini di resistenza all'usura e precisione di guida.

Una piastra di rinforzo in carbonio nella parte posteriore del sottoscocca irrigidisce e quindi stabilizza ulteriormente la coda. Maggiore precisione deriva anche dalla nuova taratura del cambio e dei cuscinetti del motore.

In Europa la Mercedes AMG GT R Pro offre di serie anche il Track Package: protezione in caso di cappottamento tramite gabbia in acciaio, cinture di sicurezza a quattro punti per guidatore e passeggero ed estintore. Queste dotazioni sono riservate esclusivamente all'utilizzo in pista. Alcuni affinamenti aerodinamici completano il pacchetto d'interventi per migliorare le prestazioni. Il motore qui eroga 585 cavalli a 6.250 giri e 700 Nm tra 2.100 e 5.500 giri. Accelerazione 0-100 in 3,6 secondi e velocità massima 318 Km/h (317 la Roadster).

  • shares
  • Mail