Car sharing elettrico: a Ferrara arrivano le Zoe di Corrente

Dopo Bologna, arriva anche a Ferrara il servizio di car sharing elettrico Corrente con le sue auto elettriche Renault Zoe con caricatore intelligente Caméléon.



Sarà operativo entro maggio il nuovo servizio di car sharing, 100% elettrico, nella città di Ferrara. Si tratta di "Corrente", lo stesso servizio già attivo a Bologna da ottobre 2018 e operato da Omnibus, il consorzio pubblico-privato che riunisce Tper (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna), Cosepuri e Saca.

Si parte con 25 auto elettriche Renault Zoe, che si aggiungeranno alle altre 240 che saranno dislocate nell'intero bacino in cui opera Corrente entro Pasqua. L'area operativa di Corrente a Ferrara sarà estesa 8 chilometri quadrati, a cui si sommano i circa 50 chilometri quadrati tra Bologna città e Casalecchio di Reno.

E' entro quest'area che gli utenti di Corrente dovranno iniziare e terminare la corsa, per il resto il servizio è free floating e non c'è l'obbligo di lasciare l'auto nella stessa postazione in cui la si prende. Da notare che, in questo modo, Corrente diventa il primo servizio di car sharing in Italia tramite cui si può iniziare la corsa in una città e terminarla in un'altra.

La gestione del servizio è identica a quella già vista per Bologna: c'è un portale Web e una app, tramite i quali il cliente può visualizzare la mappa delle auto disponibili in zona (o nei pressi di un altro indirizzo, se preferisce) e può effettuare la prenotazione. Dopo aver prenotato l'auto, il cliente ha 15 minuti per raggiungerla.


Il pagamento avviene via carta di credito, per i soli minuti di utilizzo effettivo. La tariffa è di 25 centesimi al minuto (20 centesimi per gli abbonati annuali Tper) e la ricarica è a cura del gestore del servizio che, telematicamente, monitora l'autonomia residua di ciascuna Renault Zoe che, con la batteria da 41 kWh, ha una autonomia stimata da Renault in circa 300 km (cilco WLTP).

Il caricatore intelligente "Caméléon" della Zoe, inoltre, consente a questo EV una ricarica più veloce sulle infrastrutture a corrente alternata, le più diffuse, adattandosi automaticamente a tutte le potenze monofase e trifase. Ciò abbassa i tempi morti, cosa molto utile all'operatore del car sharing il cui interesse è che le auto condivise siano sempre in servizio.

  • shares
  • Mail