Corvette C7: si continua a parlare di una versione a motore centrale

Di questo curioso progetto abbiamo già parlato non molto tempo fa. Da un’appassionata voce d’Oltreoceano (dove l’amore per la Corvette è pari al nostro per le rosse) arriva la notizia che quella in comune è ben più di un’idea. Anzi: la progettazione della Corvette a motore centrale, una specialissima versione della settima generazione, denominata C7,

di Ruggeri


Di questo curioso progetto abbiamo già parlato non molto tempo fa. Da un’appassionata voce d’Oltreoceano (dove l’amore per la Corvette è pari al nostro per le rosse) arriva la notizia che quella in comune è ben più di un’idea. Anzi: la progettazione della Corvette a motore centrale, una specialissima versione della settima generazione, denominata C7, che si affiancherà alla classica vettura a motore anteriore. Sarà prodotta in meno di 500 esemplari

Il punto forte di una Corvette è da sempre il rapporto qualità/prezzo, favorevole come in nessun altro caso tra le auto sportive. Chi è in grado, per esempio, oggi di proporre una coupé con trazione posteriore da oltre 500 Cv di potenza, 320 km/h, scatto da 0 a 100 in meno di 4″ per meno di 90.000 euro, che non sia una Corvette Z06? La fattibilità di tutto questo, ovviamente, risiede nei ridotti costi di progettazione e nella meccanica, tutto sommato, convenzionale. Ma allo stato attuale, fanno sapere i vertici General Motors, sono superati gli ostacoli posti dai costi, dalla sofisticazione e dalla complessità del particolare sistema transaxle richiesto (differenziale in blocco con il cambio) e dalle inerenti la progettazione di un adeguato sistema di raffreddamento.

La fonte di queste informazioni afferma di saperne abbastanza: la nuova Corvette a motore centrale si manterrà su un livello di prezzo tale da mantenere assolutamente inalterata la sua ragion d’essere. Il suo design sarà futurista, intriso di elementi tipicamente Corvette, quindi assolutamente in linea con la sua immagine, con quell’aura di sportività americana così magistralmente comunicata attraverso le sue forme sinuose.

Con queste nuove caratteristiche meccaniche, la nuova auto si prefigge un ulteriore scopo: quello di aumentare la propria competivitià nelle corse. Pare che l’intenzione sia quella di puntare alla vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans, un traguardo che si ritiene fortemente alla portata con una vettura del genere e che ha una valenza a dir poco epocale se si pensa che prima di lei c’è la Ford GT40 (americana, a motore centrale).

Quanto manca a tutto questo? Pare che nel 2010 assisteremo all’ingresso della Corvette C7 a motore centrale sia in strada, sia in pista.

Ultime notizie su Coupè

Il termine francese ‘coupé’ viene utilizzato per descrivere una vettura d’impostazione sportiva, a due porte, meno funzionale rispetto alla berlina da cui solitamente trae origine. Una coupé – dal verbo couper, ovvero [...]

Tutto su Coupè →