Alleanza FCA-PSA: possibile sviluppo di una nuova piattaforma comune

Le ultime indiscrezioni rilanciate dall'agenzia americana Bloomberg sembrano suggerire l'ipotesi di una nuova alleanza commerciali tra FCA e PSA per lo sviluppo comune di una piattaforma per automobili. Le prime trattative dovrebbero entrare in discussione nel giro di due o tre mesi. Al momento, tuttavia, si tratta solo di valutazioni, che al momento non trovano conferme o smentite da parte dei due gruppi

fusione fca psa

Tra FCA e PSA sarebbero in corso alcune valutazioni per cercare di capire se una possibile collaborazione per lo sviluppo di una nuova piattaforma per automobili possa essere una strada percorribile e in grado di portare benefici a entrambi. L'agenzia americana Bloomberg ha infatti rilanciato la notizia secondo la quale i due gruppi, entro due o tre mesi, decideranno se realizzare o meno questo progetto in comune.

I due colossi europei tornano così al centro delle attenzioni mediatiche dopo settimane di indiscrezioni su una possibile acquisizione da parte dei francesi del gruppo italo-americano. In questo caso, si tratta solo di un accordo commerciale utile a FCA per condividere gli investimenti fatti per la produzione di nuovi veicoli destinati al mercato europeo: per questo sarebbero state avviate solo alcune discussioni preliminari con PSA per l'eventuale sviluppo di una super piattaforma.

Qualora si trovasse effettivamente un punto di incontro, l'accordo potrebbe essere ufficializzato entro la fine di giugno, anche se al momento non sono arrivate né smentite né conferme ufficiali da parte dei diritti interessati. Gli ultimi mesi hanno visto comunque una serie di importanti annunci nel mondo dell'automobile, a cominciare dall'alleanza tra Daimler e BMW per sviluppare servizi di mobilità condivisa e guida autonoma, passando poi a Ford e Volkswagen che hanno siglato un accordo per la produzione e commercializzazione di veicoli commerciali.

Questo fermento é frutto dei grandi cambianti e delle importanti sfide che il settore si troverà ad affrontare nel prossimo futuro: emissioni inquinanti ed elettrificazione delle automobili su tutti. Proprio per poter far fronte a queste necessità, sembra che la condivisione di costi e investimenti sia l'unica strada percorribile per evitare disastrosi tracolli finanziari.

A questo proposito, i vertici di FCA, tra cui la stessa famiglia Agnelli, non sembrano essere intenzionati a cedere le proprie azioni, ma, piuttosto, a consolidare la propria presenza sul mercato attraverso la fusione con un altro grande gruppo, la creazione di un legame commerciale con uno dei principali nomi della tecnologia, oppure condividendo piattaforme per veicoli con altre case automobilistiche.

Se effettivamente questa ultima opzione dovesse trovare nei prossimi mesi una conferma ufficiale, PSA potrebbe essere il partner ideale per realizzare questa nuova e importante collaborazione.

  • shares
  • Mail