Ferrari premia i dipendenti per gli ottimi risultati del 2018

Premio di produttività sostanzioso per i dipendenti Ferrari, cui va il merito delle straordinarie performance ottenute dal marchio sul piano finanziario e produttivo.

Anche la Ferrari, come già fatto da Porsche, riconosce un cospicuo premio ai dipendenti per gli ottimi risultati aziendali del 2018. La casa del "cavallino rampante" ha centrato obiettivi di rilievo sul piano produttivo e della redditività, mettendo a segno numeri da primato lo scorso anno.

L'86% degli oltre 3600 lavoratori prenderà tra il 100% (5.500 euro) e il 107% del premio (5.892 euro per chi non ha fatto alcuna assenza), come riferisce il segretario generale della Fim Cisl Emilia Centrale Giorgio Uriti, le cui dichiarazioni sono riportate su "Il Resto del Carlino".

Il corrispettivo verrà saldato il 30 aprile, con una detassazione del 10%. Le performance della Ferrari, sul piano commerciale, finanziario e qualitativo si devono fortemente alla competenza e alla professionalità di chi ha offerto il suo lavoro sotto le insegne della casa di Maranello, quindi il riconoscimento è più che meritato.

Nel 2018 la Ferrari ha conseguito una netta crescita degli utili (+46%), passati a 787 milioni. Le consegne si sono poste a quota 9.251 vetture, con un aumento del 10% rispetto al 2017. I ricavi netti hanno raggiunto i 3,42 miliardi di euro: qui l'incremento è stato impercettibile (+0,1%).

I target aziendali fissati dal management sono stati raggiunti con successo. Ora si guarda al futuro, con l'obiettivo per la fine del 2019 di ottenere ricavi netti annuali superiori a 3,5 miliardi, pari ad una crescita del 3%. Nuovi modelli di supercar faranno presto il loro debutto in società, dopo la recentissima Ferrari F8 Tributo, che andrà a sostituire la 488, presente nell'attuale gamma insieme a Portofino, GTC4Lusso e 812 Superfast.

  • shares
  • Mail