Ayrton Senna: mostra sul campione di F1 al MAICC di Imola

Il rapporto unico tra la città di Imola e Ayrton Senna viene celebrato con la mostra "Ayrton Magico. L'anima oltre i limiti", un vero e proprio tributo al campione brasiliano.

Ayrton Senna, nel 25° anniversario della scomparsa, sarà celebrato a Imola con la mostra "Ayrton Magico. L'anima oltre i limiti". Il tributo prenderà forma presso il MAICC (Museo Multimediale Autodromo di Imola Checco Costa), dove dal 10 aprile al 30 novembre 2019 gli appassionati potranno immergersi nel ricordo del campione brasiliano, che brillò come una stella in F1.

Nel percorso espositivo si ripercorrerà la carriera del grande asso dell'automobilismo, in un viaggio ideale fra le tappe più importanti del suo cammino professionale, con il prezioso supporto di immagini, audio e filmati dell'archivio storico RAI. Una complessa rete di supporti digitali proietterà in una dimensione immersiva lo spettatore, che sarà catapultato al fianco di Ayrton Senna, accompagnandolo idealmente nelle sue imprese sportive.

Il tutto seguendo il ritmo delle emozioni, senza una linea temporale precisa a scandire la narrazione, con una miscela storica fatta di flashback, momenti topici e testimonianze concrete. Non un racconto legato al rigore cronologico, ma un flusso di emozioni sganciate dal tempo e legate al suo talento, alla sua tenacia e ai suoi grandi risultati.

La mostra si articolerà in 5 nuclei tematici, per far vivere la magia di una carriera prematuramente interrotta dal drammatico incidente nel GP San Marino del 1994. Il percorso multimediale partirà proprio da quella terribile giornata del Santerno, con lo spettatore proiettato sulla monoposto del pilota brasiliano, mentre percorre il circuito e va incontro al triste destino. Come a voler riscrivere la storia, però, il pubblico vivrà prima un finale impossibile per poi ritrovarsi al volo sul kart numero 17 di un giovanissimo talento che sognava di diventare Ayrton Senna.

Per entrare ancora di più nella sua vita, lo spettatore potrà toccare tanti memorabilia del campione: dalla tuta di gara utilizzata da Ayrton nella stagione di F1 del 1993 a quella utilizzata nella prima parte di stagione, nel 1994, e a sua disposizione anche in quel fatale weekend di Imola; dal suo primo Kart fino alla sua ultima monoposto di F1, quella Williams così imbattibile nel 1993 e così difficile da controllare nel 1994. Spazio speciale per i suoi inconfondibili caschi. Il segno distintivo di Senna e di tutto il Brasile.

Come dicevamo, sono trascorsi 25 anni dalla scomparsa dell'asso brasiliano, che legò la sua carriera alla Toleman (con cui fece il suo debutto in F1 nel 1984), alla Lotus, alla McLaren (con cui vinse i tre titoli mondiali) e alla Williams. Su una monoposto del team di Grove la sua carriera giunse tristemente al capolinea, mettendo fine alla storia di uno dei personaggi più amati dello sport, che eccelleva anche sul piano umano. Ricchissimo il palmares di Ayrton Senna: 41 vittorie, 80 podi e 65 pole position, su 161 partenze.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail