Video divertenti: una bestia in drifting

Un prototipo mostruoso derivato da una BMW Z4 e il motore della Toyota Supra IV portato a 608 cavalli. Esibizione in drifting per promuovere il nuovo cerchio tuning Dotz Misano

L'hanno chiamata "The Beast" ma non c'è niente di offensivo. E non si tratta dell'auto ufficiale del presidente degli Stati Uniti, soprannominata allo stesso modo. Quella è un carro armato travestito da limousine, questa è una belva da traversi. Nella categoria dei video divertenti non poteva mancare il filmato che vedete qui sopra, spettacolare e suggestivo. Siamo nel mondo del tuning e nell'arte del drifting. Tutto un programma.

 

Video spettacolari: drifting a cura della Dotz


Video divertenti

Un giovane pilota e stuntman austriaco, Dominic Tiroch (corre nella locale Formula Master), si esibisce in imperdibili traversi a bordo di un prototipo molto strano: si chiama Dotz DD2.JZ. E' una vettura nata da una scocca BMW Z4 con il motore a sei cilindri in linea 3.0 della Toyota Supra IV molto, ma molto, modificato: infatti arriva alla bellezza di 608 cavalli. Il progetto è legato alla diffusione del nuovo cerchio tuning Dotz Misano, presentato lo scorso dicembre all'Essen Motor Show in forma di concept e ora pronto per la commercializzazione della versione stradale che in Italia è a cura della Alcar.

Il Dotz Misano è un cerchio speciale forgiato scomponibile in tre parti; è stato disegnato da Christian Haderer. Il concept per la "Beast" ha un diametro di 19 pollici, ospita pneumatici 245/35 R19 all'anteriore e 275/30 R19 al posteriore. Il bordo esterno è in Radinox, la finitura è lucida, i bordi interni sono in alluminio, la stella è forgiata e levigata in alluminio; colore grigio canna di fucile lucido.

Il cerchio Dotz Misano stradale è disponibile in dimensioni da 17 a 20 pollici; lavorazione in monoblocco fuso con attacco a 5 fori; finitura in grigio canna di fucile normale o diamantato. Sopporta un carico fino a 740 Kg ed è pienamente compatibile con i sistemi TPMS di monitoraggio della pressione degli pneumatici. Garanzia di 3 anni.

Il video in alto nella pagina mostra Dominic Tiroch mentre si esibisce in un paesaggio alquanto inconsueto: una città fantasma. Che però non si trova in un deserto americano ma nella nostrana Brianza. E' la (ex) località di Consonno, frazione del comune di Olginate (LC). Un monumento all'ambizione eccessiva di un imprenditore locale degli anni '60, il conte Mario Bagno. Nel 1962 si mise in testa di trasformare un piccolo borgo antico come tanti in una vera e propria Las Vegas brianzola. Rase al suolo gli antichi edifici e creò immobili per ospitare sale giochi, attività commerciali, tutto legato all'azzardo e ai divertimenti. Ma i progetti naufragarono quando una frana nel 1976 isolò Consonno, decretandone la fine. Oggi restano i ruderi, l'unica via d'accesso è una stradina attraverso un bosco. Posto ideale per i fantasmi. E le auto "spiritate" come la Dotz DD2.JZ.

  • shares
  • Mail