Bentley Continental GT alla Pikes Peak 2019 punta al record

Il primato cronometrico fra le auto di serie è l'obiettivo che la casa inglese vuole ottenere alla Pikes Peak 2019 con la nuova Bentley Continental GT.

Ci sarà anche una Bentley Continental GT ad affrontare le insidie della leggendaria Pikes Peak, con obiettivi bellicosi per l'edizione 2019 della gara, che andrà in scena il 30 giugno. La casa di Crewe, dopo il successo di classe ottenuto lo scorso anno tra i SUV con la Bentayga, punta a far sventolare ancora una volta la bandiera della "B alata", puntando al record per le auto di serie.

Al volante della potente vettura inglese ci sarà Rhys Millen, due volte campione della specialità e grande icona della Pikes Peak. Unire l'energia e il vigore dinamico del modello alle capacità di guida del noto pilota automobilistico statunitense, considerato un re della montagna, è un'ottima premessa per ottenere un risultato luminoso, in linea con le aspettative della vigilia.

La Bentley Continental GT, nella sua veste più recente, è una supercar altamente prestazionale, dove il tenore delle performance è annunciato dalle linee muscolose e sportive. L'auto, giunta alla terza generazione, è costruita su un telaio innovativo e gode della spinta di un vigoroso W12 da 6 litri. Un motore completamente nuovo, che ne anima in modo energico le danze.

Per avere un'idea immediata della sua forza, basti dire che l'accelerazione da 0 a 100 Km/h avviene in soli 3"6, mentre la velocità massima tocca quota 333 Km/h. Per il cambio si è scelto un doppia frizione ad otto rapporti, perfettamente intonato allo spirito del modello. Il tutto in un quadro di comfort davvero straordinario per una vettura di questa tempra dinamica.

L'auto nasce sulla piattaforma modulare Msb e si avvale di una carrozzeria in alluminio, che alleggerisce il peso alla bilancia, cosa molto utile nella Pikes Peak, anche se i 2.200 kg in ordine di marcia della Bentley Continental GT restano sempre tanti. Buona la maneggevolezza, che dovrebbe rendere meno faticoso il lavoro di Rhys Millen in uno degli eventi motoristici più impegnativi al mondo.

Ricordiamo che la "Corsa degli Angeli" è una difficile cronoscalata il cui tracciato si snoda lungo le pendici delle Montagne Rocciose, nello Stato del Colorado. La corsa, nata nel 1916, si svolge su un totale di 19.96 Km, con 156 curve a movimentarne la planimetria. Si parte da quota 2.900 metri per arrivare a 4.300 metri. La pendenza media è del 7%, con punte del 10,5%. Alla Pikes Peak lo spettacolo è assicurato.

Rhys Millen, commentando l'impresa che si profila all'orizzonte, si esprime in questi termini: "Quando ho saputo dei piani Bentley per competere alla Pikes Peak per la seconda volta, la decisione di lavorare di nuovo insieme è stata naturale. La Continental GT con il suo potente W12 ci fornisce la piattaforma perfetta per iniziare a inseguire un nuovo record".

Il direttore di Bentley Motorsport, Brian Gush, è ottimista: "Il successo dello scorso anno e l'esperienza che abbiamo acquisito saranno fondamentali per prepararci al nostro ritorno in montagna. Stabilire il record assoluto per le auto di serie non è una sfida da sottovalutare, ma siamo fiduciosi sulla combinazione fra il nostro motore W12, le capacità dinamiche della nuova Continental GT e l'eccezionale abilità di Rhys Millen".

  • shares
  • Mail