Guida autonoma, Volvo: "irresponsabili" alcuni test su strada

Hakan Samuelsson, CEO di Volvo, invita tutti a tornare con i piedi per terra: la guida autonoma non è ancora pronta per le nostre strade.

Hakan Samuelsson ceo volvo

Il CEO di Volvo Hakan Samuelsson (nella foto in alto) ha le idee molto chiare sulla guida autonoma: bisogna andarci piano e pesare le parole. Anche perché, quando sarà effettivamente pronta ad essere usata sulle nostre strade potrebbe essere la più grande rivoluzione nella storia dell'auto e avere importanti e positive ripercussioni sulla sicurezza.

Le parole di Samuelsson, riportate dal Financial Times, suonano come un monito per tutta l'industria automotive che sta spasmodicamente lavorando, in laboratorio in pista e in strada, per portare sul mercato l'auto che si guida da sola. "Noi abbiamo la responsabilità e ognuno che è in questo business ha la responsabilità - afferma il CEO di Volvo - perché altrimenti uccideremo una tecnologia che potrebbe essere il miglior salvavita nella storia dell'auto".

Samuelsson se la prende soprattutto con la comunicazione di alcuni suoi competitor, che avrebbero lasciato passare l'idea che l'auto autonoma già esiste. Ciò porta il guidatore di auto con sistemi di assistenza alla guida avanzati a credere di potersi disinteressare alla guida, facendo fare tutto al computer. Ma la tecnologia attuale non lo prevede e il risultato sono gli incidenti, anche mortali: "L'eccesso di fiducia causa incidenti", afferma Samuelsson.

"Devi stare molto attento quando lo presenti [il sistema di guida assistita, ndr], ed è per questo che penso che debba essere ancora più sicuro di quanto venga percepito". Samuelsson, ovviamente, non fa nomi, cognomi e brand ma è chiaro che l'indiziato numero uno è Tesla, che da tempo "gioca" con il termine "Autopilot".

Un termine che tutto il mondo traduce con "pilota automatico", ma si riferisce ad una tecnologia che non è affatto un pilota automatico in grado di sostituire il conducente. Tesla, correttamente, all'interno del suo configuratore online specifica che né l'Autopilot né l'Autopilot Avanzato deresponsabilizzano il guidatore. Ma YouTube è pieno di video di proprietari di Tesla che, letteralmente, dormono al volante.

  • shares
  • Mail