Trovare parcheggio: Bosch parking lot sensor individua e segnala i posti auto liberi

In occasione della Milano digital week, Bosch presenterà la sua nuova tecnologia di sensori in grado di individuare e segnalare il posto auto libero più vicino alla nostra posizione. Un'apposita applicazione per smartphone segnalerà il tempo necessario a raggiungerlo e offrirà inoltre la possibilità di effettuare il pagamento direttamente dal dispositivo mobile

Bosch parking lot sensor

Viaggiare in città con la propria automobile è sempre particolarmente caotico e stressante. Alla generale confusione si aggiunge di solito il tempo perso a cercare, il più delle volte inutilmente, un parcheggio libero dove poter lasciare il veicolo senza correre il rischio una volta tornati di trovare sotto il tergicristallo una salata multa per divieto di sosta.

Per cercare di trovare una soluzione a questo scomodo problema, Bosch presenterà in occasione della prossima Milano digital week, la sua ultima tecnologia in fatto di mobilità intelligente e connessa: i parking sensor lot. Questa nuova generazione di sensori è infatti in grado di individuare e segnalare, tramite un'apposita applicazione per smartphone, il posto auto libero più vicino alla vostra posizione.

L'app calcola istantaneamente il tempo necessario per raggiungerlo e vi offre inoltre la possibilità di pagamento da remoto attraverso il dispositivo mobile. I parking lot sensor sono anche facilmente installabili sulle colonnine di ricarica per veicoli elettrici, segnalando di fatto la disponibilità o meno per chi necessità di collegare l'automobile.

In media, un'automobilista impiega circa 20 minuti a trovare un parcheggio libero, con conseguente rallentamento del traffico: i sensori di Bosch riducono questo dato del 20% circa, creando un beneficio anche per le emissioni di CO2, dato che i veicoli saranno in marcia per meno tempo. Queste soluzioni aiutano a sviluppare un modello di smart city costruito su misura per il cittadino, che attraverso la connessione e la condivisione di dati possano rendere più piacevole e meno frenetica la vita in città.

  • shares
  • Mail